Breaking News

Montecchio Maggiore apre lo Sportello unico per l’edilizia

Meno burocrazia e più semplificazione. E’ quanto promette il Comune di Montecchio Maggiore con l’apertura, a partire dal primo giugno dello Sportello unico per l’edilizia (Sue), che troverà posto presso l’ufficio tecnico, in municipio. Una novità che si affianca dunque allo Sportello unico per le attività produttive, attivo dal 2012, e che è stata illustrata questa mattina nel corso di un incontro pubblico nella sala del Consiglio (nella foto sopra), al quale hanno partecipato l’assessore all’edilizia privata, Gianfranco Trapula, il dirigente dell’ufficio tecnico Francesco Manelli, e il personale dello stesso ufficio.

“Il Sue – spiega una nota del comune castellano – nasce per favorire l’utenza con un’uniformità di trasmissione delle pratiche telematiche, sia che si tratti di attività produttive che di pratiche trasmesse da privati, tramite il portale camerale impresainungiorno.gov., lo stesso canale telematico già in uso al Suap. La finalità più importante dello sportello è la volontà di creare un nuovo servizio per i cittadini e per i tecnici da cui sono seguiti, affiancandolo ai servizi per le imprese, che permetta di semplificare la presentazione e la gestione delle pratiche. Ciò sarà possibile avvalendosi del portale gratuito e dell’esperienza e conoscenza che il personale interno ha acquisito nell’arco di questi anni con la gestione del Suap.

In sintesi lo Sportello Unico per l’Edilizia costituisce l’unico punto di accesso, per il privato interessato, a tutte le vicende amministrative riguardanti gli interventi edilizi. “Meno burocrazia e più semplificazione – ha commentato il sindaco Milena Cecchetto -: significa che il comune va incontro ai cittadini, che spesso considerano la burocrazia un ostacolo insuperabile. In questo modo l’amministrazione comunale tenta di rispondere alle esigenze di chiarezza nei tempi e nei modi delle pratiche”.

“Il Sue è sicuramente un modo per agevolare i cittadini – ha invece sottolineato l’assessore all’edilizia privata Gianfranco Trapula – attraverso un rapporto più diretto con la pubblica amministrazione. Dal primo giugno i cittadini e i tecnici avranno un solo punto di riferimento e questo semplificherà, e di molto, le procedure e gli atti. E anche la macchina amministrativa otterrà notevoli vantaggi in termini organizzativi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *