Breaking News

Latterie Vicentine, Mocellin confermato alla presidenza

Prima riunione ieri  per il nuovo consiglio di amministrazione di Latterie Vicentine, eletto solo da pochi giorni, nell’assemblea dei soci che si è tenuta il 25 aprile. In questa riunione di insediamento c’era da nominare il presidente, il vicepresidente e l’intera giunta.  Ricordiamo che il cda è ora composto da Maurizio Cortese, Alessandro Mocellin, Elena Bertacco, Angelo Fontana, Flavio Peron, Florindo Rino Pagiusco, Marino Baldisseri, Simone Fiorese, Vincenzo Dal Martello, Simone Marchesin, Sabrina Garbin, Roberto Benvegnù, Davide Pinton, Giovanni Miglioranza, Carlo Lino Giordan, Andrea Trentin, Luca Bortoli, Alberto Marchetti e Davide Fioravanzo.

Alessandro Mocellin
Alessandro Mocellin

I consiglieri, all’unanimità, hanno confermato Alessandro Mocellin, alla presidenza, e Andrea Trentin, come suo vice. Il secondo vice presidente è invece una new entry, Simone Marchesin. Quanto ai tre consiglieri di giunta, sono Roberto Benvegnù, Flavio Peron e Maurizio Cortese. Da sottolineare il fatto che la nuova squadra di vertice della cooperativa lettiero casearia berica è decisamente giovane: l’età media dei consiglieri è infatti sotto i 40 anni.

“Accetto questa nuova sfida con orgoglio e soddisfazione – ha commentato Mocellin –. Non posso che ringraziare tutti i soci di Latterie Vicentine e i consiglieri per la fiducia che hanno riposto nella mia persona. E’ una bella gratificazione ma al tempo stesso una grande responsabilità, visto il momento difficile che sta vivendo il comparto Con l’impegno di tutti, saremo capaci di affrontare ogni ostacolo, perché la forza della cooperativa sta proprio nella passione e nel duro lavoro di ogni singolo socio. Ci distinguiamo infatti per l’utilizzo del latte raccolto nelle stalle dei nostri 400 soci, che contribuiscono ogni giorno a rendere unici i nostri prodotti.”

Merita infine sottolineare che Latterie Vicentine mira al consolidamento dei prodotti di punta come l’Asiago Dop e il Grana Padano Dop, in particolare per i mercati esteri, grazie alla partecipata Agrifom, e proseguirà l’investimento in ricerca e sviluppo di nuove produzioni. Un altro obiettivo sarà il potenziamento dell’agricoltura biologica, rispondendo alla grande richiesta dei consumatori, che prediligono prodotti del territorio e sostengono l’economia locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *