Breaking News

Consultazione Tav a Vicenza, zero in democrazia

Innanzitutto perché, visto che il Consiglio comunale di Vicenza ha approvato un regolamento per referendum ed altri istituti di partecipazione, non si usano, per la consultazione popolare sul passaggio della Tav dalla città, democraticamente e rispettosamente, gli strumenti previsti dalle norme? I tempi non ci sono, potrebbe essere una probabile risposta. Ma, a parte che questa storia dei tempi entra in ballo solo quando fa comodo, se non ci sono mai i tempi per il rispetto dei regolamenti comunali c’è comunque qualcosa che non va.

Valentina Dovigo
Valentina Dovigo

E poi, non si è mai vista l’indizione di una consultazione pubblica i cui tempi sono stati fissati solo una settimana prima, per lo più a ridosso di un ponte. Parte degli stessi giorni di voto sono all’interno di un ponte. Manca il tempo, non tanto per una libera informazione, ma per un periodo minimo di confronto fra le diverse posizioni, usando un termine poco appropriato, ma che rende l’idea, mancano i tempi per una campagna elettorale degna di questo nome. I tempi e le condizioni della campagna elettorale sono i modi in cui si attua la democrazia prima di ogni consultazione, elettorale o referendaria o altro che sia.

Ma soprattutto non esiste risposta alla domanda “chi è contrario alle tre alternative proposte cosa vota?”. Questa è la cosa più grave, il permanere del “peccato originale” che è pesato su tutta questa vicenda della Tav/Tac, e cioè il fatto che la prima opzione politica, la prima scelta da cui è scaturito tutto il resto, fra cui le tre alternative messe in campo ora, è stata effettuata a porte chiuse, consultando solo Camera di commercio ed Associazione industriali. Liberi di farlo, ma per chiamarla consultazione democratica ci vuole coraggio.

Valentina Dovigo – Consigliere comunale di Vicenza – Lista civica

Un commento

  1. Sì per la tav. Meno strade per le macchine e più mezzi pubblici. Così dovrebbe essere il futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *