sabato , 11 Settembre 2021

Carrè, ecco il progetto “Strada delle memorie”

Le colline delle Bregonze, o per la precisione, le possibilità di una loro valorizzazione, saranno al centro di un incontro, in programma domani sera al centro culturale Caradium, in via Monte Ortigara, a Carrè. Si tratta di un appuntamento al quale tutti, cittadini, associazioni e appassionati del territorio, sono invitati a partecipare e ad intervenire.

Durante la serata, che inizierà alle 20.30, l’associazione culturale intercomunale Ricercatori Grande Guerra Carrè-Chiuppano, in collaborazione con le amministrazione comunali di Carrè, di Chiuppano e di Zugliano, presenterà il progetto culturale intitolato ”Strada delle memorie”, che può essere inquadrato come la volontà di sviluppare un programma di valorizzazione storica, paesaggistica, architettonica e marketing territoriale dell’ex strada militare delle Fontanelle nella valle dell’Igna. Una strada che, partendo dalla frazione di Centrale di Zugliano attraversa Ponte Tavani, a Carrè, raggiunge Ponte Vaccari e continua, lungo tratti asfaltati e sentieri fino a Marola, Chiuppano. Il progetto è promosso in collaborazione con le Pro loco dei tre comuni coinvolti con il consorzio Pro loco medio Astico.

La presentazione di questo progetto, a cura di Filippo Forzato, architetto dello studio Format-c Architettura, sarà anticipata dall’intervento dello storico Matteo Dal Santo, dal titolo: “Tra storia e memorie: Il territorio delle Bregonze e le sue strade. A margine della serata sarà anche previsto un dibattito, “Quale futuro per le Bregonze? Opinioni, osservazioni e commento al progetto Strada delle memorie”. Il dibattito, che sarà introdotto e moderato da Enzo Bortolino Segalla, prevederà anche l’intervento delle amministrazioni locali coinvolte e delle Pro loco di Carrè, di Chiuppano e di Zugliano.

La serata si concluderà, verso le 22.30, con un rinfresco. In occasione di questo appuntamento, nell’atrio del centro culturale verrà allestita una piccola esposizione, che presenterà le tavole e i pannelli del progetto ed alcune note storiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità