lunedì , 13 Settembre 2021

Bassano, guida ubriaco e non si ferma all’alt

Inseguimento, all’alba di ieri, a Bassano del Grappa. Protagonista dell’episodio, un automobilista fuggito senza aver rispettato l’alt dei poliziotti. Probabilmente, si era reso conto di aver bevuto troppo e che quindi non avrebbe potuto guidare. Ma ripercorriamo la vicenda. Erano da poco passate le cinque di domenica mattina, quando gli agenti del Comando di polizia locale, durante il primo turno del nuovo servizio, che va dalla mezzanotte alle sei del mattino, hanno imposto l’alt ad una Volkswagen Golf partita dal parcheggio di un locale pubblico, in zona Marchesane.

Il conducente, non solo non si è fermato, ma è anzi fuggito a forte velocità. Agli agenti, dunque, non è rimasto che partire all’inseguimento della vettura. Dopo circa due chilometri, il guidatore dell’auto in fuga è andato a sbattere contro un cordolo ed una palina verticale. Nonostante i gravi danni subiti dalla Golf, compresa l’esplosione di uno dei due pneumatici anteriori, l’uomo ha proseguito la sua corsa fino a quando, vistosi circondato da due pattuglie, ha accostato e si è fermato.

Il motivo di questo suo comportamento è stato presto chiarito, perché dai controlli effettuati è emerso che il conducente, un neo patentato, aveva alzato troppo il gomito e stava guidando con un tasso alcolemico pari a 2,25 grammi per litro di sangue. Una quantità che supera di oltre quattro volte il limite consentito dalla legge, che è di 0,5 grammi per litro.

Tra l’altro, per chi ha la patente da meno di tre anni o anche per chi ha meno di 21 anni, vale invece la regola del tasso zero. In ogni caso, la decisione di non fermarsi all’alt, non è stata certo delle più sagge, visto che, oltre a tutte le sanzioni amministrative, l’uomo sarà anche deferito all’autorità giudiziaria per resistenza a pubblico ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità