Breaking News

Autostrada Brescia-Padova, M5S: “Un regalo ai privati”

Movimento 5 stelle di nuovo all’attacco sulla scabrosa vicenda della concessione dell’autostrada Brescia-Padova. Nei giornio scorsi infatti, in Senato, durante il question time, il senatore vicentino pentastellato, Enrico Cappelletti, ha posto al ministro delle infrastrutture Delrio la questione della discussa proroga della concessione dell’autostrada, chiedendo quali fossero le motivazioni per bypassare la gara pubblica.

Enrico Cappelletti
Enrico Cappelletti

“Con la proroga della concessione – ha sottolineato Cappelletti – oltre un miliardo di euro andrà nelle tasche di privati, anzichè nelle casse dello Stato, ed i pedaggi dell’autostrada più trafficata d’Italia continueranno ad essere elevatissimi”. Il ministro ha risposto che la concessione della Brescia-Padova è stata decisa dall’Unione Europea, che può revocarla qualora non si procedesse alla realizzazione dell’autostrada Valdastico Nord. E se anche al posto di quest’ultima verrà realizzato un corridoio infrastrutturale, ciò sarà sufficiente, secondo il Ministro, per rispondere alle condizioni poste dall’Europa.

Cappelletti si è detto tutt’altro che soddisfatto della risposta, perché la mancata costruzione della Valdastico Nord, nei termini prescritti, avrebbe dovuto comportare la revoca della concessione e l’indizione di una gara pubblica per la nuova concessione. “Oltre al danno si aggiunge la beffa – ha concluso il senatore -. Con la proroga della concessione dell’A4 viene premiata una società responsabile (seppur, pare, non penalmente), dell’interramento degli 150 mila metri cubi di rifiuti tossico-nocivi sotto la massicciata della appena inaugurata autostrada Valdastico Sud, un disastro ambientale e una grave minaccia alla salute dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *