sabato , 16 Ottobre 2021

Alto Vicentino più sicuro dopo i lavori sull’Igna

Più sicurezza, nell’Alto vicentino, grazie alla riqualificazione del torrente Igna, che scendendo dalle Bregonze confluisce nel Bacchiglione. I lavori di manutenzione, attuati dal Consorzio di bonifica Alta pianura veneta, conclusi di recente, sono consistiti in alcuni interventi di decespugliamento e di disboscamento di entrambe le sponde del torrente, così da facilitate il flusso delle acque a valle nell’Alto Vicentino, in particolare nei periodi di abbondanti precipitazioni o di precipitazioni violente, concentrate in limitati momenti dell’anno, ma che si sono verificate nelle recenti stagioni.

Il tratto interessato da queste opere effettuato da un’impresa vicentina, è stato di circa 500 metri ed ha previsto anche il ripristino delle sponde e la posa in opera di una scogliera regolare per più di cento metri.

“Dagli interventi eseguiti – ha spiegato il presidente del Consorzio di bonifica Alta pianura veneta, Silvio Parise -, osservando le immagini ed ancor più dal vivo, si comprende in maniera chiara l’importanza del lavoro svolto”.

“Un’attività – ha continuato – che richiama subito l’attenzione su quanto sia importante l’azione che il Consorzio di bonifica svolge in sinergia con le amministrazioni comunali, con il fine di provvedere nel migliore dei modi alla manutenzione del territorio. L’obiettivo è quello di renderlo fruibile ai cittadini, ma anche di preservarlo dai rovinosi eventi naturali che potrebbero verificarsi in caso di abbandono e noncuranza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità