martedì , 14 Settembre 2021

Vigili del fuoco, esercitazione per grandi calamità

Da lunedì scorso, i vigili del fuoco sono stati impegnati presso il prato del comando di Padova per un’esercitazione della durata di una settima per la predisposizione di un Coa (Comando operativo avanzato) in caso di grande calamità. Il Coa è una struttura logistica che viene attivata in caso di calamità, ponendosi in prossimità dell’area colpita da un disastro. La struttura consente di concentrare nello stesso centro decisionale la regia delle operazioni di soccorso e di ospitare le sezioni operative, provenienti dai vari comandi.

L’esercitazione, guidata dall’ingegnere Paolo Maurizi, dirigente responsabile della colonna mobile dei vigili del fuoco della direzione interregionale del Veneto e Trentino Alto Adige, ha voluto testare i nuovi impianti predisposti e verificare le carenze per disporre le migliorie da apportare. I trenta vigili coinvolti nell’esercitazione provenienti dai comandi di Verona e Vicenza, oltre a Padova, hanno montato circa un terzo delle strutture logistiche della cittadella , che fungono da dormitori, uffici, mensa e servizi e possono ospitare a regime 300 persone in totale autonomia.

Nell’occasione sono state montate anche le tende di primo intervento in dotazione al comando di Padova. Gli uffici della cittadella campale sono stati utilizzati nella giornata di mercoledì dai comandanti dei pompieri del Veneto e del Friuli per un riunione di lavoro. Durante la giornata giovedì sono state testate le trasmissioni campali anche con un collegamento in videoconferenza con il Con (Centro operativo nazionale) del Viminale sede della sala operativa nazionale dei vigili del fuoco. L’ultima attivazione del Coa Veneto è avvenuto nel 2012 per il terremoto dell’Emilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità