Vicenza, il centro storico si tinge di “verde”

Esposizione di prodotti locali, laboratori di artigianato, enogastronomia e idee a chilometro zero. Arriva sabato 16 aprile, dalle 10 alle 19, in piazza Castello e piazza Duomo di Vicenza “Green Life & Eco Design”, una mostra-mercato dedicata ad artigiani e piccoli produttori locali di arredi, accessori e food che, attraverso la loro attività e creatività, testimoniano un ritorno a una vita a basso impatto e strettamente legata al territorio, in grado di recuperare idee, materiali e tradizioni e trasformarli in maniera adeguata per la vita contemporanea, garantendo qualità, unicità e originalità.

La manifestazione, organizzata dall’assessorato alla partecipazione con l’associazione “Centro Storico Città del Palladio” e con l’associazione “Come un incantesimo” prevede, per tutta la durata dell’evento, un’area di laboratori per bambini e uno spazio per il racconto di esperienze positive da cui trarre ispirazione. Verranno inoltre premiate le buone pratiche di rispetto per l’ambiente. Chi si recherà all’evento in bici, riceverà un dolce regalo offerto da Loison. Di fronte il museo diocesano verrà installata una piccola isola ecologica, con vari contenitori per la raccolta differenziata con la presenza di una persona che si occuperà della gestione durante tutta la durata della manifestazione.

In piazza Duomo, nell’area incontri, alle 10 Fabio Cardullo mostrerà la sua “lampion guitar”, alle 11 “Vicenza in transizione” si presenerà al pubblico, alle 15.15 Enrico Ceschi di “Appetito Naturale” racconterà la sua esperienza di chef vegan, e alle 16.15 Sophia Los, architetto e autrice del libro “Una Vita in Tandem – Ecologia come sentimento”, parlerà di “Eleganza e lusso. Una conversazione tra desideri e bisogni”. Sempre in quest’area si terranno laboratori per bambini e adulti, a offerta libera, curati dall’associazione “Terre D’Artijanè” che, con riviste e giornali, costruirà scatoline e altri piccoli oggetti, e dall’associazione “Vicenza in transizione” che si dedicherà all’autoproduzione. Spazio anche all’arte. Alle 16 prenderà vita l’installazione in movimento dell’artista Edoardo Maria Maggiolo con i suoi abiti scultura. Dalle 17 l’artista Arcangelo Persano dipingerà sui materiali più vari: fogli di giornale, scatole di latta, cartoni ondulati.

La suddivisione dei circa 50 espositori provenienti da Vicenza e dal Veneto nelle due piazze sarà effettuata sulla base di gruppi tematici: oggetti e decorazioni per la casa, vestiti decorati e cuciti a mano, originali accessori per la persona, alimentazione e degustazione, editoria, associazioni, tempo libero. Tra le realtà presenti vi saranno Let the cat in (vestiti per bambini), Stringimi al collo (gioielli in carta riciclata e filata), Aliete di Atelier di Dolce Vita (libri e giochi fatti in tessuto e panno lenci, cuciti a mano), R&S (ceramiche e porcellane decorate a mano), Machecarino (decorazioni per la casa), Birra Ofelia, 100Orti, Banqueting by Perla. Ogni espositore avrà una scheda di presentazione per far conoscere al pubblico le caratteristiche della sua produzione.

Una manifestazione per conoscere talenti artigianali, risorse locali e per imparare semplici e quotidiane buone pratiche per una vita “eco”: l’utilizzo della bicicletta, la differenziazione dei rifiuti, il riutilizzo dei materiali. L’evento darà anche l’occasione per una visita al criptoportico (con offerta libera, aperto dalle 15 alle 17 grazie ad Ardea) e al Museo Diocesano, entrambi poco distanti (con biglietto, orario 10 – 13, 14 – 18). Per ulteriori informazioni: cittadelpalladio@gmail.com e comeunincatensimo@gmail.com o telefonare al 3496410654 o al 3882569318.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *