Breaking News

Vicenza, appuntamento doppio con il “Social day”

Torna, a Vicenza, “Social Day”, e quest’anno, nella decima edizione, l’appuntamento sarà doppio. Venerdì 15 e sabato 16 aprile, infatti, gli studenti di sette istituti superiori della città (Quadri, Fogazzaro, Pigafetta, Boscardin, Martini, Rossi e Canova) dedicheranno le loro mattinate al lavoro per raccogliere fondi da destinare a progetti di solidarietà scelti dagli stessi ragazzi.

In città, l’evento è promosso, dal 2009, dalle cooperative sociali Insieme e Tangram, che coordinano il lavoro del comitato interistituto, il board vicentino, composto da circa trenta studenti delle scuole aderenti. Il progetto, partì nel 2007 con 250 ragazzi e poco più di 1.200 euro raccolti. Nel 2015 ha coinvolto più di 8 mila ragazzi e in una sola mattinata sono stati raccolti circa 80 mila euro in ventotto comuni del Veneto.

“Il Social Day – ha spiegato Marina Fornasier delle cooperative Insieme e Tangram – fonde i principi di cittadinanza attiva e di volontariato, per promuovere la solidarietà fra i ragazzi, inducendoli a non limitarsi a fare beneficenza, portando la mano al portafogli, ma a ‘sporcarsi le mani’ e a ‘fare insieme’, lavorando per gli altri e partecipando ad ogni fase del percorso”.

Nel dettaglio, saranno almeno 500 i ragazzi coinvolti quest’anno in città. Di questi circa una settantina lavorerà per il Comune di Vicenza, il primo ente pubblico a sostenere il progetto già nel 2014 con mille euro, cifra confermata anche per l’edizione 2015 e 2016.

“La novità di quest’anno – ha spiegato il consigliere delegato alle politiche giovanili, Giacomo Possamai -, proposta dai ragazzi, è che una quindicina di loro si attiverà, venerdì 15, assieme ad altrettanti richiedenti asilo ospiti in città, per ritinteggiare la recinzione del parco giochi di viale Ippodromo, a Campo Marzo. L’attività di questo gruppo, così come quella del gruppo di altri quaranta studenti, che si occuperà della pulizia del parco Astichello, sarà affiancata da personale Aim, che fornirà anche il materiale necessario. Infine l’ultimo gruppo che lavorerà per il Comune sarà costituito da quindici ragazzi, che sabato 16 si daranno da fare nelle sedi decentrate della biblioteca Bertoliana in attività di spolvero e riordino scaffali, ricopertura di libri, ricollocazione di volumi e dvd. A questi si affiancheranno altri studenti che si esibiranno in centro città come artisti di strada per raccogliere offerte da devolvere ai progetti selezionati”.

Le offerte raccolte saranno devolute a progetti di cooperazione in Italia (cooperativa “Rita Atria” – associazione Libera) e all’estero (“Dal seme al cibo” dell’associazione Occhi aperti – Tanzania, “Dalle mine nasce la bellezza” dell’associazione Ida – Cambogia, “Radio Soleil” dell’associazione Macondo – Burkina Faso). Per maggiori informazioni sui progetti e per la presentazione dell’edizione 2016 del Social Day, si può consultare questa pagina. Il sito internet del progetto è www.socialday.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *