Assegnata la gestione del Chiosco San Biagio

Il Comune di Vicenza ha assegnato alla ditta Pizza e Grill srl, di Maurizio Vedovato, che ha vinto la gara, la gestione del Chiosco estivo di San Biagio, il suggestivo angolo sull’ansa del Bacchiglione di fronte a ponte Pusterla che dal 2014 si trasforma nella bella stagione in bar all’aperto e luogo di animazione. Il chiosco aprirà nel mese di maggio. La concessione durerà fino a settembre e potrà essere rinnovata per la stagione estiva 2017. La struttura potrà rimanere aperta dalla domenica al giovedì dalle 10 alle 22 e il venerdì e il sabato dalle 10 alle 23 per l’intero periodo di concessione. Ci sarà inoltre la possibilità di realizzare un evento musicale al mese, al di fuori dei periodi di festival. Secondo quanto previsto dal bando, la musica non dovrà disturbare la quiete dei residenti.

“Sono molto soddisfatto – è il commento dell’assessore alla semplificazione e innovazione Filippo Zanetti – del successo che ha riscosso questo bando, al quale quest’anno hanno aderito ben sette aziende, di cui sei ammesse. L’entità delle offerte economiche presentate dai concorrenti a favore del Comune dimostra quanto gli imprenditori reputino redditizia questa attività che, per noi, continua ad avere la funzione principale di rivitalizzare un angolo di città altrimenti a rischio degrado. Accanto a un progetto tecnico convincente in termini di allestimento e proposte di animazione, con attività per bambini, persone con disabilità, famiglie e naturalmente giovani, il vincitore ha offerto al Comune un affitto mensile di 2.500 euro su una base d’asta di 500 euro. Ma devo dire che mi ha piacevolmente stupito la cura e la qualità di tutti i progetti presentati, segno della bontà della nostra iniziativa, giunta al suo terzo anno di attivazione, e della professionalità delle imprese del territorio, capaci di cogliere proposte innovative. E’ un bell’esempio di riqualificazione urbana che offre contestualmente nuove opportunità di svago per i cittadini, un’interessante occasione di lavoro per il privato ed entrate non irrilevanti per le casse comunali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *