sabato , 18 Settembre 2021

Torna la zanzara tigre. L’ordinanza di Vicenza

Come ogni anno, con la primavera e l’aumento di temperatura e umidità, tornano alcuni ospiti sgraditi, tra i quali la zanzara tigre, che provoca disagi a uomini e animali. Anche quest’anno, come accade ormai da un decennio, il settore ambiente, energia e tutela del territorio del Comune di Vicenza avvia un servizio di disinfestazione, sia larvicida che adulticida, già programmato nelle aree pubbliche, che sarà eseguito dalla ditta che si aggiudicherà il bando di gara pubblicato in questi giorni, con scadenza il 6 giugno.

Nel frattempo gli interventi verranno eseguiti da Biocontrol, l’azienda che ha effettuato il servizio negli anni scorsi. Lunedì 18 aprile è stata avviata la disinfestazione larvicida sui tombini stradali, mentre la disinfestazione adulticida sarà fatta nel mese di maggio, con un data ancora da definire sulla base delle condizioni meteorologiche. “Accanto all’intervento comunale su aree pubbliche – raccomanda il Comune di Vicenza in una nota – è importante che anche i privati si impegnino ad adottare gli accorgimenti adeguati per evitare la proliferazione della zanzara tigre”.

Per questo è stata emessa un’ordinanza che obbliga i cittadini, fino all’1 novembre, a non abbandonare in casa, nei giardini o nei terrazzi oggetti e contenitori, come copertoni, bottiglie e sottovasi, in cui possa raccogliersi l’acqua piovana. In giardino, inoltre, i contenitori d’acqua devono rimanere coperti con teli o coperchi, mentre i recipienti di uso comune, ad esempio i sottovasi e le ciotole per animali, devono essere lavati o capovolti quotidianamente. Sempre per evitare il ristagno dell’acqua, vanno regolarmente effettuate ispezioni e pulizie ai tombini dei giardini e dei cortili, dove sarà necessario effettuare la disinfestazione larvicida. E’ inoltre importante tagliare l’erba periodicamente ed evitare l’accumulo di rifiuti.

In consorzi, aziende agricole zootecniche, luoghi di cantiere e di raccolta di pneumatici, impianti di gestione rifiuti o di rottamazione, giardini botanici, vivai, orti si dovrà evitare il ristagno d’acqua e procedere alla disinfestazione periodica. Nei cimiteri, liberare dal ristagno d’acqua i sottovasi ed evitare la formazione di raccolte d’acqua. L’acqua dovrà essere attinta da cisterne e non dai fontanini che Aim Valore città dovrà chiudere. La sanzione amministrativa per i trasgressori va da 50 a 300 euro che si dovranno far carico anche delle spese per gli interventi necessari. L’ordinanza è scaricabile dal questa pagina del sito del Comune di Vicenza. Per maggiori informazioni è anche a disposizione l’ufficio Igiene e sanità pubblica del Comune allo 0444221645

Il settore Ambiente, energia e tutela del territorio del Comune di Vicenza ha attivato da tempo un call center che risponde dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 al numero 0444 1327822 per le richieste di intervento di disinfestazione e derattizzazione in stabili o aree pubbliche da parte della cittadinanza.  Le segnalazioni possono essere effettuate anche via mail all’indirizzo di posta elettronica segnalazioni@bio-control.it. In quest’altra pagina invece, il bando di gara per l’affidamento del servizio di derattizzazione e disinfestazione nel territorio di Vicenza, e dei comuni dell’hinterland.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità