Romeo e Giulietta al Teatro Comunale di Vicenza

Nell’anno in cui si celebrano i quattrocento anni dalla sua morte, non poteva mancare un omaggio da parte del Teatro Comunale di Vicenza all’intramontabile figura di William Shakespeare. Tra i nuovi spettacoli inseriti nella sezione “Altro Teatro” c’è un nuovo appuntamento con la prosa, “Romeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco”, in programma martedì 3 maggio alle 20.45 sul palco del ridotto. Uno spettacolo di Stivalaccio Teatro, giovane compagnia veneta diretta dal vicentino Marco Zoppello che calcherà anche le scene assieme a Anna De Franceschi e Michele Mori.

Lo spettacolo, un’ora e mezzo di divertimento in costume d’epoca ispirato ai canoni della commedia dell’arte, racconta di una coppia di saltimbanchi incaricata dal Doge di Venezia di preparare una versione di “Giulietta e Romeo” per il re di Francia di passaggio nella Serenissima. Hanno solo due ore di tempo per prepararsi ad andare in scena, provare lo spettacolo, ma soprattutto per trovare la “Giulietta” giusta da far ammirare al principe Enrico di Valois, in procinto di essere incoronato re di Francia. Ecco così comparire la procace Veronica Franco, poetessa e “honorata cortigiana” della Repubblica, disposta a cimentarsi nell’improbabile ruolo dell’illibata giovinetta. Il pubblico assiste così a una prova generale aperta, alla maniera dei comici del “Sogno di una notte di mezza estate”, in cui la celebre storia del Bardo prende forma mescolando trame, dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime. Le grandi passioni dell’uomo, le gelosie “Otelliane”, i pregiudizi da “Mercante”, “Tempeste” e naufragi sono portati sul palco dai giovani di Stivalaccio Teatro attraverso i modi e i riti del teatro popolare.

L’eccentrico e fresco gruppo teatrale, nato nel 2007 come compagnia di teatro popolare, si è contraddistinto con vigore per gli esiti felici dei suoi spettacoli: lo stile che contraddistingue Stivalaccio Teatro è la rilettura dei classici attraverso il linguaggio della commedia dell’arte. E così dopo “I due gemelli veneziani” e “Don Chisciotte” è la volta di un originale “Romeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco”. “Alla base del nostro lavoro c’è la ricerca di un teatro che possa parlare a tutti – hanno spiegato gli attori -. Vogliamo uno spazio dove il teatro diventi sinonimo di comunità. Crediamo nello stupore, nell’artigianato, negli oggetti che si trasformano e nella parola che diventa corpo. Un teatro popolare e popolato di persone, di idee, di luci e di storie da raccontare”.

“Altro Teatro”, nuova sezione della programmazione del Teatro Comunale di Vicenza, è una formula pensata per avvicinare al palcoscenico gli spettatori che abitualmente non frequentano le sale teatrali e costruire una relazione con alcuni artisti che finora non hanno calcato i palcoscenici cittadini, nella convinzione che il Teatro Comunale debba essere anche un luogo d’incontro con il talento espresso dal territorio. Il prossimo appuntamento di Altro Teatro sarà martedì 17 maggio con “Stand Up Balasso”, one man show di e con Natalino Balasso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità