Breaking News

Popolare di Vicenza, si dimettono tre consiglieri

Banca Popolare di Vicenza comincia ad adeguarsi all’imminente quotazione in Borsa. Sono arrivate infatti ieri le dimissioni di tre membri del consiglio di amministrazione dell’istituto di credito berico, cosa resa necessaria dalle indicazioni venute proprio da Piazza Affari, che richiede uno snellimento del Cda, che dovrebbe passare da 18 a 13 consiglieri, ed una presenza in esso di membri che abbiano competenze specifiche in materia di società quotate.

Ed ecco quindi la necessità di dare un volto nuovo alla stanza dei bottoni della BpVi, incominciando dall’uscita di Giorgio Tibaldo, Nicola Tognana e Maurizio Stella. Delle dimissioni dei tre consiglieri si parlava in realtà già da qualche giorno, e ieri sono puntualmente arrivate. I tre consiglieri dimissionari hanno una certa anzianità di presenza nel board, quindi il loro passo indietro può essere anche letto come un scelta che guarda al rinnovamento. In tempi brevi dovrebbero essere individuati coloro che li sostituiranno.

Quanto all’esordio di Banca Popolare di Vicenza sul listino della Borsa di Milano, esso dovrebbe avvenire nel mese di maggio, con qualche settimana di ritardo rispetto alle previsioni che parlavano inizialmente di una quotazione prevista per la metà di aprile. Abastanza presto invece, nel giro di una o due settimane, si dovrebbe conoscere la così detta forchetta di prezzo, relativa al valore delle azioni e sulla base della quale si può prenotarne l’acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *