Padova, in stazione con 9 chili di marijuana

E’ difficile sapere se parte della marijuana sequestrata questa mattina a Padova sarebbe stata destinata al mercato vicentino, anche perché l’albanese quarantenne che la trasportava, X.G. le sue iniziali, è stato bloccato dalle Fiamme Gialle proprio mentre era intento ad acquistare un biglietto del treno all’interno della stazione padovana.

La cosa importante è che ora i quasi nove chili di erba, scoperti nel corso dell’operazione dei militari della sezione operativa pronto impiego e della squadra cinofili del gruppo di Padova della Guardia di Finanza, non arriveranno a destinazione, mentre X.G. è stato arrestato proprio con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il quarantenne, come detto, stava acquistando il biglietto alle casse automatiche nell’atrio dell’ingresso principale della stazione, quando Wincent, un cane antidroga ha segnalato con decisione il borsone che l’albanese portava con sé. Questa situazione ha provocato nell’uomo un evidente nervosismo, ma non c’è stata da parte sua alcuna resistenza, vista anche l’impossibilità di un’eventuale fuga.

Dalla perquisizione personale dell’albanese e del suo bagaglio, sono emersi otto involucri di cellophane contenenti in totale circa nove chili di marijuana e anche 4 mila euro in banconote di vario taglio, nascoste nella tasca interna di un giubbino. E così sono scattate le manette ai polsi di X.G. e il suo conseguente trasferimento in carcere a Padova, dove ora si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria inquirente.

L’operazione è il frutto della costante attività di contrasto allo spaccio e al traffico di stupefacenti da parte delle Fiamme Gialle, a Padova e in provincia, in particolare nelle zone più calde della città, tra le quali rientra proprio la stazione ferroviaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità