Ok al progetto per un invaso sul torrente Astico

E’ stato approvato oggi dalla giunta regionale il progetto definitivo per la realizzazione di un invaso sul torrente Astico, in un’area situata tra i comuni di Sandrigo, Breganze e Montecchio Precalcino, in provincia di Vicenza. L’intervento è mirato alla riduzione del rischio di alluvioni, nei territori del bacino del Bacchiglione tra Vicenza e Padova interessati dalle piene dell’Astico e del Tesina. “E’ uno dei molti interventi contenuti nel piano della Regione per la messa in sicurezza del territorio veneto – ha sottolineato l’assessore all’ambiente e alla difesa del suolo, Gianpaolo Bottacin, – al quale stiamo dando attuazione con grande determinazione, dopo decenni di disimpegno sul fronte idraulico e idrogeologico”.

Il progetto, definitivamente approvato dopo il parere favorevole della Commissione regionale per la Valutazione di impatto ambientale, prevede una cassa di espansione sul torrente Astico in grado di accogliere 4,6 milioni di metri cubi d’acqua, da realizzare nell’area dell’ormai dismessa cava Vaccari e in un appezzamento di terreno che confina a nord, per una spesa complessiva di 32,5 milioni di euro. Entro breve potranno essere avviare le procedure per la gara d’appalto. Il progetto è finanziato nell’ambito degli accordi di programma con i quali il governo ha assegnato alle Regioni e ai comuni 650 milioni per la realizzazione della prima parte del piano contro il dissesto idrogeologico nelle aree metropolitane e già stanziati dal Cipe.

“Dopo la grande alluvione del 2010 – ha aggiunto Bottacin – sono stati avviati numerosi interventi urgenti di messa in sicurezza dei corsi d’acqua principali ma anche la progettazione e la realizzazione dei bacini di laminazione che sono gli interventi strutturali fondamentali per la riduzione del rischio idrogeologico. La scelta a livello nazionale di finanziare progetti con progettazione avanzata ha sicuramente dato atto che il Veneto è stata una delle Regioni che ha maggiormente investito sia in termini di interventi di difesa idrogeologica sia di predisposizione di un parco progetti”.

Tra gli altri progetti che hanno ottenuto il finanziamento, nel vicentino c’è anche quello per la realizzazione di invaso sul Torrente Orolo, nei territori  di Costabissara ed Isola Vicentina, per il quale dovrebbero essere spesi 11 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità