lunedì , 1 Marzo 2021

L’Europa a Schio con l’Accademia Musicale

Da Schio all’Europa. Sedici allievi dell’Accademia Musicale di Schio partecipano al progetto transfrontaliero che coinvolge le scuole di musica di Austria, Slovenia e Italia, quest’ultima per l’appunto rappresentata dalla scuola dell’altovicentino. Si terrà domani, sabato 16 aprile, alle 11 e alle 20.30 al Teatro Civico di Schio, l’esibizione dell’orchestra giovanile sinfonica Alpe-Adria, diretta da Stephan Kühne, e composta da ragazzi tra i 13 e i 18 anni dei tre paesi partner.

Il debutto dell’ensemble si è tenuto la scorsa settimana a Klagenfurt, in Carinzia. Ora è la volta di Schio, con un programma sinfonico che si apre con l’Ouverture di “Ruy Blas” di Felix Mendelssohn Bartholdy, composta nel 1839 per l’omonimo dramma di Victor Hugo. A seguire, il primo tempo del Concerto per violoncello op.104 di Antonin Dvorak, con Giovanni Genovese, allievo dell’Accademia Musicale di Schio, solista al violoncello. Di Johann Strauss figlio, l’orchestra interpreterà poi la Marcia Egiziana op.335 che fu commissionata per l’apertura ufficiale del Canale di Suez, nel 1869. Toccherà poi all’aria di Cherubino dal titolo “Non so più cosa son, cosa faccio””, da “Le Nozze di Figaro” di W.A. Mozart, interpretata dal mezzosoprano Lisa Marie Lebitschnig. Dal “Pipistrello” di Johann Strauss la solista proporrà anche l’aria del Principe Orlofsky “Ich lade gern mir Gäste ein”. Il programma prosegue con il Walzer op. 235 “Spärenklänge” (Musica delle sfere celesti) di Josef Strauss e si conclude con le famose musiche del film “I Magnifici 7”, di Elmer Bernstein, negli arrangiamenti di Scott Richards.

«I giovani orchestrali stanno vivendo un’avventura straordinaria – così Antonio Moretti, presidente dell’Accademia – all’insegna dell’amicizia e dello scambio culturale, reso possibile dalla lingua comune, che è la musica. Siamo felici e orgogliosi di poter rappresentare l’Italia in questo contesto internazionale.» «Abbiamo accolto con grande entusiasmo l’invito della scuola di musica della Carinzia – aggiunge Dario Balzan, direttore di Accademia Musicale di Schio – si tratta di un’esperienza straordinaria per i ragazzi e di un segno importante che sottolinea il ruolo della nostra scuola come punto di riferimento per l’Alto Vicentino nella formazione musicale di qualità, che si offre ai giovani, e non solo.»

La tappa scledense prevede un doppio concerto, la mattina alle ore 11, per 320 ragazzi delle scuole medie, e la sera per tutta la città. Tappa successiva: Lubiana. Il progetto comune con altri Paesi dell’Unione si avvale di un importante supporto dell’amministrazione comunale, particolarmente attiva nel consolidare le relazioni con diverse realtà d’Oltralpe. Il concerto, fuori programma nel cartellone dell’orchestra dell’Accademia Musicale, è a ingresso libero, con prenotazione del posto chiamando in Accademia al numero 0445 529888.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità