Breaking News

Fiamme Gialle, sequestrati prodotti non sicuri

Importante sequestro della Guardia di Finanza di Padova nel corso di un’operazione di controllo economico del territorio, che mira non solo alla tutela del Made in Italy e degli operatori che agiscono legalmente sul mercato, ma anche della salute dei consumatori. I militari delle Fiamme Gialle hanno infatti sequestrato più di 1,2 milioni di articoli tra accessori moda, materiale informatico e giocattoli che non rispettano gli standard di sicurezza, pronti per essere immessi sul mercato.

Tra i prodotti confiscati, giocattoli per neonati, accessori per capelli e perline in plastica assimilabili a giocattoli, prodotti per la bellezza, web-cam, auricolari, carica batterie ed altro materiale informatico di uso comune. Il tutto in violazione delle prescrizioni del “codice del consumo” e delle disposizioni in materia di sicurezza giocattoli.

Il sequestro è avvenuto durante due diversi interventi da grossisti di origine cinese, che riforniscono dettaglianti ed ambulanti. Il primo, in una ditta individuale all’interno del Centro ingrosso Cina (Cic) di corso Stati Uniti a Padova e il secondo all’interno del magazzino di una società in accomandita semplice che si trova nelle vicinanze dello stesso Cic.

Dopo un attento esame della merce presente nei locali, le Fiamme Gialle hanno riscontrato nei prodotti l’assenza delle indicazioni e delle avvertenze relative alla destinazione d’uso, l’assenza delle indicazioni in lingua italiana, del marchio CE o, in alcuni casi, l’apposizione non conforme del marchio stesso. La mancanza di questi elementi non permette un’adeguata informazione al consumatore, e lo induce in errore quanto a correttezza, conformità e sicurezza dei beni acquistati.

Queste violazioni assumono ancora più importanza se si pensa che tra i destinatari dei prodotti sequestrati ci sono anche i bambini. Non va poi dimenticato che i materiali elettrici ed informatici rinvenuti sono spesso a diretto contatto con occhi e le orecchie, che possono così essere esposti a seri pericoli, data l’assenza di controlli sulla realizzazioni dei prodotti, che il marchio Ce garantisce, e del fascicolo tecnico che ne comprova la sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *