“Candido l’ottimista” sul palco del Comunale di Thiene

Debutterà sabato 16 aprile alle 21, sul palco del Teatro Comunale di Thiene la compagnia Gli Scavalcamontagne, nata nel gennaio di quest’anno. L’opera scelta per la prima apparizione sulle scene è “Candido l’ottimista”, tratta dall’omonimo racconto filosofico di Voltaire ed adattata da Armando Carrara, attore e regista della compagnia teatrale La Piccionaia.

Questo adattamento si presenta come un’operazione stilisticamente nuova ed originale, dato che nel racconto di Voltaire ci sono molti personaggi principali mentre il “Candido” degli Scavalcamontagne verrà raccontato attraverso le modalità interpretative di due cantastorie, Alessandra Niero e Sara Tamburello, che citeranno il romanzo originale con la comicità e i lazzi tipici della loro arte.

“Lo spettacolo – come spiega una nota di presentazione – sarà dunque affidato a due sole interpreti, che si moltiplicheranno sul palcoscenico per dare vita ai numerosi personaggi presenti nel romanzo.  Avvalendosi di un cartellone sul quale saranno pittoricamente citate le varie fasi del racconto, le due interpreti intratterranno il pubblico con canzoni e musiche di Luca Nardon, filastrocche, trovate d’ogni genere, entrando ed uscendo ora da questo ed ora da quel personaggio, dando così voce ai personaggi principali del nostro Candido”.

“Se il Candido di Voltaire usa una straordinaria ironia, per questa messa in scena ci si appoggerà, per necessità di sintesi, su una più esplicita ed immediata comicità. A parte queste differenze, il messaggio di fondo resta intatto e rispettoso del pensiero di Voltaire, su temi scottanti di ieri e di oggi, sempre con una buona dose di ironia. Su tutto domina la ricerca della felicità dell’ingenuo Candido, che si sforza dapprima di cogliere in ogni evento i dettami della filosofia del migliore fra i filosofi, il suo mentore Pangloss, per giungere poi all’agognata felicità, colta contraddicendo garbatamente quelle stesse elucubrazioni filosofiche  ed ottenuta nelle piccole cose e in quel ‘coltivare il proprio giardino’, frase con cui termina il racconto di Voltaire”.

Per informazioni e prenotazioni dei biglietti, in vendita a 8 euro, per l’intero e a 5 per il ridotto, si può contattare Elisa Benetti, al numero 345 4558459.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità