Breaking News
"La morte di Seneca" - Rubens, 1615

Bassano, è la domenica del Certamen Senecanum

Si terrà domenica 3 aprile, al Liceo “Brocchi” di Bassano, il Certamen Senecanum Bassano del Grappa, giunto alla sua undicesima edizione. Come molti sapranno si tratta di una competizione di eccellenza disciplinare, già accreditata nel programma nazionale delle eccellenze del Ministero dell’istruzione. E’ un progetto dell’associazione Dialogos, ente promotore e rappresentante legale del Certamen presso il Ministero, organizzato assieme agli assessorati alla cultura e all’istruzione del Comune di Bassano del Grappa e allo stesso  Liceo “Brocchi”.

C’è anche il patrocinio della Regione Veneto, del Ministero della pubblica istruzione, della Provincia di Vicenza e del Rotary club Castelli di Bassano del Grappa. Dispone della collaborazione scientifica della Consulta universitaria Studi latini, dell’università Cà Foscari di Venezia e dell’università di Padova. Figura fra i tre certamina del Veneto accreditati per le Olimpiadi classiche.

Le sue finalità sono quelle di alimentare nei giovani la riflessione sull’attualità del pensiero di Seneca, evidenziare temi dell’opera di Seneca che hanno rappresentato e rappresentano momenti importanti nella formazione della coscienza europea, mettere in luce l’originalità degli strumenti della comunicazione retorica in Seneca. Si articola in due sezioni. Lo studente deciderà il giorno stesso della prova in quale sezione cimentarsi.

La prima sezione, dal titolo  “Interpretare Seneca” offre due scelte. Lo studente potrà tradurre un passo di Seneca di contenuti morali, corredata da un commento unitario in lingua italiana, oppure aggiungere alla traduzione un saggio breve. Nella seconda sezione, titolo “Pensare l’oggi con Seneca”, si dovrà invece produrre una dissertazione, su titolo dato dalla commissione, a partire da un testo di Seneca morale in lingua originale. Lo studente dovrà svilupperà, in maniera autonoma, il tema indicato nel passo ponendo a confronto il testo di Seneca con problematiche e riflessioni della contemporaneità.

“Il Certamen Senecanum – spiegano gli organizzatori – deve la sua specificità proprio alla tipologia delle prove suddette, frutto della ricerca scientifica e metodologica maturata in anni di sperimentazione presso il Liceo Brocchi e validata dalla supervisione dei docenti dell’università Cà Foscari di Venezia, e dell’università di Padova, che figurano nella commissione giudicatrice”.

Sono ammessi a concorrere quegli studenti dell’ultimo anno dei licei che hanno conseguito, nello scrutinio finale dell’anno precedente, la media di 8/10 ed una votazione di 8/10 in Latino ed una analoga valutazione in Latino nello scrutinio del primo quadrimestre del presente anno scolastico. Da due anni il bando è stato esteso, grazie ad una felice intuizione, agli studenti del penultimo anno cosa che ha fatto registrare la partecipazione di parecchi studenti del liceo scientifico, che affrontano Seneca proprio nel penultimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *