venerdì , 30 Luglio 2021

Basket, Famila Schio ko. A Ragusa la Coppa Italia

Bruciante sconfitta per il Famila Wuber Schio nella finale di Coppa Italia 2016, Anthea cup. Ieri sera, infatti, le scledensi sono state superate di misura, per 67-70, dalla Passalacqua Ragusa, che ha conquistato così il primo importante trofeo della sua storia. Come spesso accade in una finale, anche la partita giocata al PalaRomare di Schio, con inizio alle 18, è stata tosta, molto fisica e per quasi tutto il tempo in equilibrio, ma alla fine ha prevalso la maggiore concentrazione e freddezza delle biancoverdi.

Passando alla cronaca del match, allo starting five ragusano, composto da Consolini, Gorini, Erkic, Little e Brunson, il tecnico scledense Mendez oppone Yacoubou, Gatti, Anderson, Walker e Macchi. Uno scambio di cortesie tra Yacoubou e Little, 2-2, apre la contesa e poi il Famila mette la freccia e stacca la Passalacqua, 15-4. Dopo il time out di coach Lambruschi, il gioco delle aquile diventa più ordinato e sicuro. Little e Brunson costruiscono l’8-0 che vale il -3, 15-12, che si converte in +1, 18-19, alla prima sirena.

Nelle prime battute della seconda frazione, Zandalasini e Sottana firmano il controsorpasso arancione, 24-19. Micovic, dalla lunetta, fa avanzare il tabellone di Ragusa, 24-21. Schio spinge ancora con Zandalasini, Macchi e Yacoubou e, complice il fallo antisportivo fischiato ad una Micovic un po’ nervosa, torna a condurre il gioco, 32-24. Le aquile non si scoraggiano e agguantano il pareggio, 32-32. A due minuti dalla fine del quarto è ancora parità, 37-37. Brunson, sotto canestro, fa a sportellate con Yacoubou e in questa fase prevale. Le siciliane giocano in maniera più fluida delle padrone di casa e, anche se Gorini è poco precisa dalla lunetta (1/4), vanno negli spogliatoi in testa, 43-45.

Alla ripresa delle ostilità dopo la pausa lunga, un’imponente Yacoubou impatta, 45-45. La tripla di Little vale il nuovo vantaggio biancoverde, 45-48. Sul 49-50, Ragusa abbina buone soluzioni di tiro ad una difesa asfissiante, così balza a +7, 49-56, ma negli ultimi istanti Schio ricuce con Sottana e con Ress, 53-56. Il gioco scoppiettante che finora avevano offerto le due compagini lascia spazio ad una carrellata di errori. Il Famila raggiunge le avversarie sul 63-63.

Le ultime fasi del match sono concitate Yacoubou appoggia al tabellone il +2, 65-63, ma le aquile pareggiano con Erkic, 65-65 e mettono la testa avanti con Little 65-69. È ancora la lunga franco beninese ad accorciare, 66-69. Little, che finora è stata impeccabile dalla lunetta, fa solo 1/2, 66-70. Rimangono solo 7” sul cronometro e le arancioni non riescono a recuperare. Macchi va in lunetta, ma non va oltre l’1/2, 67-70.

SCHIO: Yacoubou 20, Gatti 2, Sottana 8, Battisodo ne, Anderson 7, Masciadri 3, Walker 4, Zandalasini 7, Ress 2, Macchi 14, Bestagno ne

RAGUSA: Consolini 8, Gorini 6, Valerio ne, Erkic 7, Ngo Ndjock ne, Gonzalez 3, Nadalin, Little 22, Brunson 22, Micovic 2

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità