Breaking News

Autismo, anche Vicenza celebra la Giornata mondiale

Anche Vicenza celebra oggi la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, promossa dall’associazione AbAut – Aba per l’autismo onlus, di Camisano Vicentino, in collaborazione con il Nuovo Ponte società cooperativa sociale onlus, con il patrocinio dei Comuni di Vicenza e di Camisano Vicentino e in collaborazione con l’assessorato alla comunità e alle famiglie del Comune di Vicenza. Istituita dalle Nazioni Unite nel 2007, ogni anno è promossa dall’associazione americana Autism Speaks che, sotto lo slogan “Light it up blue”, invita a creare eventi di sensibilizzazione “accendendo di blu”, il colore dell’autismo, alcuni luoghi significativi nelle varie città del mondo.

“Una città cresce nel momento in cui ognuno di noi diviene più attento, più responsabile, più accogliente – ha sottolinea l’assessore alla comunità e alle famiglie del Comune di Vicenza, Isabella Sala, -. Invitiamo la popolazione a visitare sabato lo stand in piazza Matteotti, a partecipare all’AperAutismo e ad indossare qualcosa di blu taggando nella rete #conosciAutismo”. Questa mattina i promotori dell’iniziativa erano in piazza Matteotti, di fianco al Teatro Olimpico, con uno stand informativo per sensibilizzare i cittadini.

Dalle 19 alle 24 invece, al Bar Caffè degli artisti, in corso Palladio, sarà organizzato l’AperAutismo, l’aperitivo solidale in blu, con accompagnamento musicale di Dj Set, al costo di 5 euro. Il ricavato andrà a sostenere l’associazione AbAut. Lo stesso aperitivo sarà proposto al Bar Concordia di Camisano, dalle 17 alle 20, con Live music by Ettore Martin e gli Innominati. Durante la giornata si potrà aderire all’iniziativa anche semplicemente indossando qualcosa di blu, scattandosi un selfie e taggando sui social network #conosciAutismo.

Ricordiamo che l’autismo è un disturbo generalizzato dello sviluppo che colpisce un bambino su 88 nati, secondo dato dell’Organizzazione mondiale della sanità, ed è caratterizzato da anomalie nelle abilità di interazione sociale e comunicazione e da limitate competenze di gioco. L’associazione AbAut invece nasce nel 2013, con sede a Camisano Vicentino, per sostenere e promuovere l’Analisi del comportamento aplicata (Aba) come intervento riabilitativo per soggetti con diagnosi di autismo. L’Aba è la scienza che applica i principi dell’analisi del comportamento per modificare comportamenti umani socialmente significativi.

Il territorio vicentino è da sempre all’avanguardia rispetto alle tematiche legate all’autismo, promuovendo fino dal 2000 la cultura dell’autismo presso le istituzioni pubbliche e private attraverso le associazioni di genitori Autismo triveneto onlus e Angsa Veneto onlus. In ambito scolastico lo “Sportello provinciale autismo” è ormai un collaudato punto di riferimento per famiglie e docenti. È stato riconosciuto dal Senato della Repubblica ed è stato adottato dal Ministero dell’istruzione come modello nazionale di riferimento. Coinvolge una ventina di insegnanti come operatori, offrendo consulenza a circa 80 consigli di classe, corrispondenti ad oltre il 30 per cento del totale degli alunni che frequentano le scuole del territorio.

Da molti anni inoltre è attiva una biblioteca preziosa per famiglie e docenti, la più grande riguardante l’autismo in Italia, promossa dalla Fondazione Brunello, che coordina e promuove anche il Gruppo provinciale per l’autismo. Esiste, poi, la cooperativa sociale Primavera 85, che gestisce il centro diurno per persone con autismo Con-Tatto e la recente comunità alloggio a Villabalzana di Longare. Nuove realtà si sono poi costituite negli ultimi anni, andando a rispondere a bisogni specifici, come è appunto il caso dell’associazione AbAut. Nel 2015, infine, alcuni agriturismi, aziende agricole aderenti alla Coldiretti di Vicenza, oltre che alcuni negozi, hanno seguito corsi di formazione per conoscere l’autismo ed imparare ad essere professionalmente accoglienti e preparati con gli ospiti e i clienti con autismo e le loro famiglie. Per informazioni: wisteriablue2012@gmail.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *