A Brendola il Primo Maggio di Cgil, Cisl e Uil

Cgil, Cisl e Uil di Vicenza e provincia quest’anno celebreranno un Primo Maggio 2016 all’insegna di “Dire, fare … lavorare 2.0”. L’iniziativa è stata presentata ieri dai i tre segretari generali dei sindacati confederali, Giampaolo Zanni (Cgil), Gianfranco Refosco (Cisl) e Grazia Chisin (Uil). Si renderà omaggio alla Festa del lavoro a Brendola, alla fattoria sociale Massignan, in via Quintino Sella 20, sede dell’omonima fondazione, dove lavorano un centinaio di persone e altrettanti sono gli utenti della struttura sociale. “L’iniziativa è unitaria – ha sottolineato il segretario Cgil, Giampaolo Zanni, – ed è in piena continuità con i temi trattati l’anno scorso. Vogliamo mettere assieme tutto il mondo del lavoro raccogliendo tutte le sue declinazioni, dal lavoro dipendente tradizionale al terzo settore e ai nuovi lavori. Ecco il perché del tema del dibattito programmato per domenica dal titolo I colori del lavoro“.

Il programma del pomeriggio del Primo maggio 2016 si apre alle 16, con lo spazio dedicato ai bambini: è prevista un’attività di animazione con la Compagnia “Circondiamoci” di Piano Infinito. Seguirà il “battesimo della sella” a cura della Fattoria sociale Massignan: i ragazzini potranno provare a cavalcare in sicurezza i pony presenti nella struttura. Sono previste visite guidate in fattoria con la Cooperativa 81. Alle 17, 30 inizierà il convegno dal titolo “I colori del lavoro” che sarà aperto dal sindaco e che vedrà tre interventi.

“Vi saranno testimonianze – ha spiegato il segretario Cisl, Gianfranco Refosco, – che aiuteranno a riflettere sui cambiamenti del mondo del lavoro sul nostro territorio. Il primo sarà Daniele Marini, noto ricercatore attento al mondo del lavoro e ai suoi cambiamenti; il secondo sarà Giuseppe Strano, presidente della Fondazione Massignan che ci ospita, che presenterà il progetto che andremo a visitare e che coinvolge tutta la comunità e il territorio circostante. Infine ci sarà Marco Appoggi, presidente dell’Ente Vicentini nel Mondo che sta tentando di intercettare la nuova emigrazione, quella dei giovani spesso ben preparati culturalmente!”

Per chiudere la giornata sarà disponibile per circa mille persone una “apericena” accompagnata da tre gruppi musicali dal vivo: Los Bicios (rumba e reggae), il cantautore Jack Cantina e il gruppo pop-rock tutto al femminile Blue Rimmel. In caso di pioggia l’evento si terrà al coperto.

Per quanto riguarda invece i contenuti più direttamente legati ai temi dell’occupazione, i tre segretari hanno anticipato le coordinate. “La disoccupazione è diminuita, ma i disoccupati iscritti in provincia ai servizi per l’impiego sono oltre 54mila, troppi” ha ricordato Grazia Chisin, segretaria vicentina Uil, che assieme ai colleghi sottolinea come, a causa del nuovo corso della Provincia, sia stato smantellato un servizio sul lavoro che offriva dei numeri su cui lavorare. “La fase di crisi è andata esaurendosi – ha aggiunto Chisin -, ma non vediamo una ripresa nell’occupazione. Le aziende che vanno bene nonostante gli sgravi offerti da diversi strumenti legislativi introdotti anche con la legge di stabilità, per ora non investono”.

“Purtroppo – le ha fatto eco Refosco – il caso Banca Popolare di Vicenza ha portato una tremenda ondata di sfiducia che sta minando la ripresa soprattutto qui in provincia di Vicenza”. Per Zanni inoltre il problema “è recuperare al lavoro e reinserire le persone adulte che per vari motivi si trovano disoccupate e ai margini della nostra società perché hanno perso il posto fisso”. I tre segretari prima di concludere hanno sottolineato come sia importante un confronto con il territorio anche dal punto di vista ambientale: immediato il riferimento all’inquinamento da Pfas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *