400 milioni per la banda ultra larga in Veneto

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha firmato oggi a Roma un accordo di programma, con il Ministero dello sviluppo economico, per la diffusione della banda ultra larga sul territorio regionale. In particolare l’accordo prevede lo stanziamento di circa 400 milioni di euro (315 milioni di provenienza statale e oltre 83 milioni di provvista regionale, derivanti dai fondi Fesr e Feasr) per intervenire in tutte le località del Veneto non servite dagli operatori di telecomunicazione, con l’obiettivo di portare a tutti almeno i 30 Mbps e i 100 Mbps al 70% della popolazione che risiede in tutti i comuni con più di 2500 unità immobiliari.

Si tratta di un intervento dunque che riguarderà quindi circa 1,6 milioni di cittadini e che quindi a sopperire alla carenza di connettività veloce nelle aree a cosiddetto “fallimento di mercato”, vale a dire nelle aree in cui non c’è interesse economico degli operatori della comunicazione a intervenire. Dopo la posa di fibra ottica pubblica, questa verrà poi messa a disposizione degli operatori per l’erogazione dei servizi di connessione. L’avvio dei lavori è previsto per la fine del 2016 e gli interventi verranno realizzati gradualmente nei prossimi tre anni.

“La Regione – ha commentato Zaia – sta puntando con determinazione sulla partita dell’estensione dell’infrastrutturazione a banda ultra larga, che è uno dei punti cardine del nostro programma di governo. Le nuove infrastrutture telematiche rappresentano infatti un elemento importante per la competitività del Veneto. Ed è motivo di soddisfazione che il governo abbia colto positivamente queste esigenze, mettendo a disposizione ingenti risorse per il nostro territorio”.

“Saremo tra le prime Regioni a partire con i cantieri – ha sottolineato il presidente -. Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro coordinato e sinergico di diversi assessorati della giunta veneta, coordinati dall’assessore all’economia che ha la delega specifica su questo tema, che hanno saputo finalizzare al meglio le diverse risorse disponibili con l’obiettivo di portare i servizi di connettività veloce a un numero sempre maggiore di cittadini ed imprese venete”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *