Vicenzavicenzareport

Vicenza, spacciatori di eroina e clandestini. Arrestati

Un appartamento, alle porte del centro di Vicenza, adibito allo spaccio di eroina e nel quale si recavano anche molti clienti vicentini, è stato scoperto dai carabinieri della Compagnia di Valdagno. L’operazione ha portato all’arresto di quattro clandestini, tutti tunisini che da Valdagno scendevano ogni giorno a Vicenza per rifornirsi di droga.

I militari hanno tenuto sotto controllo i soggetti e sono arrivati alla fine in un’abitazione di Borgo Casale, in città, lontana dalle zone dove più di frequente si annida lo spaccio. A destare sospetti sono stati i continui movimenti di persone di vario tipo nella casa. C’è anche da aggiungere che il proprietario dell’immobile era all’oscuro di quello che accadeva.

A finire in manette con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e clandestinità, come detto, sono stati due 18enni appena arrivati in Italia, Bashir Sillini e Mohamed Msahli, Ahmed Mejri, 24 anni, e Torouti Nasreddine, 23 anni. I tunisini avevano nascosto nell’appartamento 63 involucri di eroina, 115 grammi in totale, alcuni cellulari e 340 euro, probabilmente frutto dell’attività di spaccio.

Al momento del blitz erano presenti anche alcuni acquirenti, provenienti dalla Valle dell’Agno e non più giovani. Le indagini sono ancora in corso per scoprire altri dettagli sui tunisini e sui loro fornitori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button