Denunce e Daspo per scontri dopo Vicenza-Avellino

Guai in vista per alcuni tifosi del Vicenza, coinvolti nei disordini avvenuti lo scorso 20 febbraio, dopo la partita di calcio tra Vicenza e Avellino, allo stadio Menti. Si ricorderà che durante la gara era stato esposto sugli spalti, da parte di un gruppo di tifosi della squadra ospite, uno striscione con una scritta ingiuriosa. Il fatto aveva scatenato la reazione di un gruppo di tifosi biancorossi che, all’uscita dallo stadio, hanno cercato di raggiungere l’area riservata ai sostenitori irpini, ma sono stati intercettati dalle forze dell’ordine. Questa mattina, in seguito a quell’episodio, personale della Polizia di Stato della Questura di Vicenza, ha eseguito sette perquisizioni personali e domiciliari a carico di altrettanti ultras del Vicenza, che sono stati ora denunciati.

Le perquisizioni hanno permesso di rinvenire e sequestrare, nelle abitazioni di tre di loro, quattro manganelli telescopici, cinque fumogeni di grosse dimensioni, una pistola scacciacani e un coltello a scatto. Nei confronti di questi soggetti si procederà quindi per detenzione illegale di armi e oggetti atti ad offendere. I sette tifosi, protagonisti di un’aggressione verso alcuni poliziotti contro i quali hanno lanciato bottiglie di vetro e pietre, sono stati identificati grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza. Si tratta di persone di età compresa fra i 22 e i 28 anni, tutti denunciati per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti a offendere. Inoltre a tutti è stato notificato il Daspo per tre anni, emesso dal Questore di Vicenza.

Le indagini svolte dalla Digos hanno permesso anche di identificare e denunciare, per introduzione ed esposizione, all’interno degli impianti sportivi, di striscioni e cartelli che incitano alla violenza o contengono ingiurie o minacce, anche sette tifosi dell’Avellino, di età compresa fra i 22 e i 38 anni, nei confronti dei quali sono in corso le procedure amministrative per l’emissione del Daspo.

Monica Zoppelletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità