ProvinciaVicenzareport

Recoaro, terme aperte a giugno guardando al futuro

“Con un provvedimento dello scorso dicembre la giunta regionale ha disposto la liquidazione della società Terme di Recoaro. La procedura sta andando avanti speditamente e, compatibilmente con i tempi tecnici, si concluderà entro la fine dell’anno e da quel momento ci sarà la disponibilità effettiva degli immobili del compendio termale. Tuttavia, sarà comunque assicurata l’apertura della stagione 2016 a inizio giugno, dando seguito all’impegno di rilancio assunto dalla Regione anche nel recente incontro a Valdagno con il liquidatore della società terme di Recoaro, i rappresentanti delle categorie economiche e imprenditoriali dell’area e il presidente della prima Commissione consiliare del Consiglio regionale del Veneto, Marino Finozzi”.

Lo ha detto, facendo il punto sul compendio termale recoarese, il vicepresidente della giunta regionale veneta Gianluca Forcolin. Ha anche annunciato che a breve sarà avviata la procedura dalla Regione per autorizzare il liquidatore a pubblicare un avviso pubblico per la gestione temporanea del compendio termale, questo “per salvaguardare il territorio e le sue risorse”.

“L’avviso sarà il più aperto possibile – ha anticipato Forcolin – per permettere con trasparenza la partecipazione di realtà imprenditoriali, associative e quanti abbiano interesse alla valorizzazione del compendio termale puntando soprattutto sul rilancio dell’attività turistica di Recoaro e alle conseguenti ricadute economiche che possono essere attivate grazie alla sinergia tra pubblico e privato e che devono essere a beneficio della comunità recoarese. Si punterà inoltre a valorizzare gli investimenti che verranno fatti sulle Terme di Recoaro”.

Il percorso prevede infatti una prima fase in cui saranno espletate le procedure per la liquidazione dell’attuale società di gestione del compendio termale, poi vi sarà passaggio di proprietà alla Regione. “Tutto questo – ha concluso Forcolin – deve avvenire senza ricadute negative sul territorio. E’ stato messo in moto un insieme di azioni sinergiche che da un lato garantiranno il regolare svolgimento della prossima stagione e dall’altro consentiranno di approdare ad una nuova fase gestionale delle terme, che ha come obiettivo creare opportunità economiche e occupazionali per il futuro”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button