Politica

Giampaolo Zanni nuovo segretario di Cgil Vicenza

La Camera del lavoro di Vicenza ha un nuovo segretario. E’ Giampaolo Zanni, 53 anni, che riceve il testimone da Marina Bergamin, giunta a scadenza del suo mandato. E’ stato eletto ieri al termine di una assemblea generale chiamata scegliere, tra due candidati, chi dovrà guidare nei prossimi anni la Cgil della provincia di Vicenza. L’altro nome in lizza era quello di Igino Canale, attuale segretario generale dello Spi, uscito sconfitto di misura. Zanni invece era già membro della segreteria generale guidata dalla Bergamin, alla quale era approdato sei anni fa dopo una esperienza di otto anni come segretario generale della Fiom vicentina.

Giampaolo Zanni
Giampaolo Zanni

Lo scenario dell’importante assemblea di ieri ha restituito dunque l’immagine di una Cgil nella quale si sono confrontate due anime, incarnate dai due candidati, che sono  portatori di esperienze molto diverse. Zanni è infatti un sindacalista proveniente dal mondo dell’industria, avvezzo alla trattiva, spesso dura, con la controparte imprenditoriale. E’ certamente più schierato, inoltre, su posizioni di una tutela del mondo operaio, anche forte e poco incline a compromessi. Canale invece è soprattutto espressione delle istanze sociali, del volontariato, dell’associazionismo e del pubblico impiego. L’assemblea, alla quale partecipavano 103 elettori, si è divisa in modo quasi simmetrico, con 54 voti andati a Zanni, 48 per Canale e una scheda bianca.

Marina Bergamin
Marina Bergamin

Una sorta di passaggio di mano tra Marina Bergamin e Giampaolo Zanni c’è stato questa mattina, durante un incontro con la stampa che è servito sia a presentare il nuovo segretario generale che a tracciare un bilancio e stabilire qualche punto fermo per il futuro. Eletta nel 2008, la segretaria uscente ha innanzitutto ricordato quanto fatto negli otto anni del suo mandato, dagli accordi sottoscritti con le categorie imprenditoriali al costruttivo dialogo portato avanti con il mondo dell’associazionismo, con il quale c’è stata sempre una proficua collaborazione. Bergamin ha anche ricordato il fatto che il suo periodo di segretaria ha coinciso con i difficili anni della crisi economica, e quanto tutto questo abbia costituito una sfida.

Un’altra caratteristica della segreteria di Marina Bergamin è stata la ricerca di un cammino comune con gli altri sindacati. “Con Cisl e Uil – ha ricordato – abbiamo cercato, pur nella diversità a volte marcata, di operare uniti per il bene dei lavoratori e questo, ad esempio, ha fatto sì che non siano stati firmati accordi separati”. Sottolineato anche il buon lavoro collegiale che è stato fatto nella Camera del lavoro di Vicenza negli ultimi anni, l’impegno profuso in difesa dei diritti civili ed anche i risultati portati a casa sul fronte delle relazioni con le istituzioni, a cominciare dal Patto sociale per il lavoro.

Zanni invece ha soprattutto sottolineato la sua intenzione di guidare la Cgil ricercando i punti che accomunano “che sono molti – ha detto – poiché tutti noi condividiamo idee e modo di sentire”. Insomma il nuovo segretario sembra proporsi come guida di una Cgil unitaria che avrà bisogno di tutte le componenti e tutte le sensibilità, a prescindere da possibili differenze o divergenze. Ad esempio, il suo avversario di ieri, Igino Canale, proprio per la sua esperienza in campo sociale “sarebbe una risorsa importante – ha detto Zanni – che potrà dare il suo contributo”.

Quanto alla continuità con la precedente segreteria Bergamin, Zanni ha ribadito che il cammino della Cgil vicentina proseguirà nel solco tracciato negli ultimi anni, anche perché egli stesso era membro di quella segreteria. “Marina – ha ricordato il nuovo segretario – già sei anni fa fece una scelta innovativa e coraggiosa, chiedendomi di entrare nell’esecutivo della Cgil in rappresentanza della minoranza, incarnata soprattutto dalla Fiom, che anche a livello nazionale si contrapponeva ai vertici del sindacato. Si posero dunque allora i presupposti di una Cgil unitaria a Vicenza, e quei presupposti li manterremo”.

Al termine della conferenza stampa di presentazione del nuovo segretario, abbiamo rivolto alcune domande a Giampaolo Zanni. Proponiamo la breve intervista nell’audiolettore in alto nella pagina, sulla foto di apertura. Cliccare sul simbolo play per ascoltare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button