Breaking News
La marijuana trovata in casa degli albanesi

Camisano, mezzo chilo di marijuana in casa

Quattro albanesi sono finiti nei guai perché, secondo i carabinieri di Vicenza, sarebbero responsabili di vari reati, sia contro il patrimonio che di spaccio di sostanze stupefacenti. Nello specifico, nella tarda serata di mercoledì, due di loro sono stati sottoposti a fermo per ricettazione. Sono Alket Lama, 30 anni e Ergys Mukja, 28 anni con precedenti, entrambi in Italia senza fissa dimora e irregolari. I due sono stati sorpresi a bordo di una Volkswagen Polo, risultata rubata il 3 febbraio a San Pietro in Gù, nel cortile di una casa dove era stata parcheggiata dal proprietario.

I militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo hanno controllato l’auto ed hanno trovato all’interno anche alcuni arnesi atti allo scasso, guanti e cuffie, tutti oggetti che inducono a pensare che dovessero essere usati per commettere altri delitti. I carabinieri inoltre hanno raccolto indizi a carico dei due albanesi, in base ai quali potrebbero essere anche gli autori di un furto in abitazione consumato a Camisano Vicentino nel tardo pomeriggio dello scorso 25 febbraio. Il furto, secondo una prima stima, avrebbe fruttato circa 3 mila euro, tra denaro contante e monili.

E’ stata anche stata eseguita una perquisizione nell’appartamento dei due stranieri, a Camisano Vicentino, che ha portato all’arresto di altri due loro connazionali. A finire in manette, in questo caso, sono stati Hektor Lama, 23 anni e Erildo Albrahimi, 25 anni, anch’essi in Italia senza fissa dimora e irregolari. I due sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dato che durante la perquisizione sono stati trovati 500 grammi di marijuana.

La modalità di conservazione e custodia della droga hanno indotto i carabinieri a pensare che tutti e quattro gli albanesi traessero profitto dall’attività di spaccio. Mukja è stato anche denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, poiché durante le operazioni di controllo dell’auto l’uomo ha cercato di scappare spingendo in modo violento i carabinieri, che lo hanno poi bloccato in un secondo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *