Sport

Basket, Schio risparmia e vince con Vigarano

Successo casalingo per il Famila Wuber Schio, sebbene abbia affrontato la partita di ieri sera, al PalaRomare, in formazione ridotta. Le arancioni si sono imposte, per 84-71, sulle ferraresi della Meccanica Nova Vigarano nell’anticipo dell’ottava giornata di ritorno di Almo nature cup, giocata alle 19. Panchina corta, dicevamo, per le vicentine. Con Anderson, Walker e Ress tenute a riposo, in vista del duplice impegno della settimana prossima in Eurolega, infatti, Yacoubou, ha avuto il suo bel da fare, ma si è confermata un solido punto di riferimento. Positive anche Sottana e Zandalasini.

Passando al basket giocato, le emiliane scendono sul parquet con piglio combattivo e aprono le danze con Ostarello e con Tognalini, 0-4. Schio insegue e mette la testa avanti solo sul 10-8, affidandosi soprattutto a Yacoubou, che sotto canestro si muove con una certa libertà, nonostante i raddoppi difensivi. Sull’14-11, poi, il Famila inizia un break di 4-0 18-11, interrotto dalla tripla di Capoferri, 18-14, che poi si conclude con un altro 4-0 firmato da Zandalasini, 22-14.

Schio fatica anche nella seconda frazione. Si porta a +12, 26-14, ma se è vero che Vigarano è una formazione poco prestante dal punto di vista fisico, sopperisce a questa mancanza con la velocità di Vespignani, D’alie e Orrange, che fa spendere molte energie alla difesa scledense. Dopo aver raggiunto il massimo vantaggio, 34-20, il divario oscilla ritmicamente tra le 10 e le 12 lunghezze. Ad interrompere l’alternanza, la conclusione dietro l’arco di D’alie, che vale il -9, sul 44-35. Sulla sirena, Sottana ripristina la doppia cifra di vantaggio, 49-37.

La play trevigiana riprende il filo del discorso, interrotto dai quindici minuti di intervallo. La sua tripla vale il +15, 52-37. Poi, però, le padrone di casa, che giocano un po’ troppo al risparmio, iniziano a perdere terreno e il vantaggio si assottiglia, 60-53. Sul 63-55 a 100” dalla terza sirena, un fallo non sanzionato su Sottana, scatena le proteste della numero sei arancione, che le costano un fallo tecnico. Per fortuna, Orrange non trasforma il tiro libero concesso e le ferraresi sprecano pure l’extrapossesso. Dopo trenta minuti di gioco, Schio conduce per 69-57.

In apertura di ultimo quarto, il Famila attraversa un’altra fase poco felice e ripiomba a -7, 69-62. Yacoubou, pronta a correggere gli errori al tiro delle compagne, e Zandalasini, a suo agio fuori e dentro l’area, siglano il +11, 77-66. Crudo insacca dalla lunga distanza, 77-69, ma poi una stoccata scledense vale il nuovo +15, 84-69. L’ultimo canestro, che chiude la contesa, è delle ferraresi, 84-71.

SCHIO: Yacoubou 21, Gatti 6, Sottana 15, Battisodo ne, Anderson ne, Masciadri 7, Lisec 5, Zandalasini 12, Ress ne, Macchi 4, Bestagno 14

VIGARANO: Vespignani, Capoferri 3, Ciarciaglini ne, Nicolodi 2, Tognalini 10, Crudo 9, D’alie 12, Cigliani, Rosier ne, Vian, Ostarello 21, Orrange 14

Ecco gli altri risultati:

  • Venezia – Sesto San Giovanni 90-40
  • Orvieto – Ragusa 56-66
  • Parma – San Martino di Lupari 65-72
  • Napoli – Umbertide 77-65
  • Cagliari – Battipaglia 89-99
  • Lucca – Torino 61-47

CLASSIFICA: Lucca 40, Ragusa e Schio 36, Venezia 32, San Martino di Lupari 26, Parma e Napoli 18, Battipaglia e Umbertide 16, Orvieto e Torino 14, Sesto San Giovanni e Vigarano 10, Cagliari 8

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button