martedì , 20 Aprile 2021

Basket, il Famila Schio fa lo sgambetto a Lucca

Corroborante vittoria esterna del Famila Wuber Schio. Ieri sera, infatti, le arancioni si sono aggiudicate, per 66-68, il big match contro la capolista Gesam Gas Lucca, nella decima giornata di ritorno del massimo campionato italiano di basket femminile. Questo posticipo, giocato al PalaTagliate, è stato per molto tempo dominato dall’equilibrio, ma alla fine, a decidere le sorti della gara ci ha pensato un guizzo di Yacoubou, che ha permesso alle scledensi di conquistare i due punti in palio e di infliggere alle padrone di casa il secondo stop stagionale.

Ecco una breve cronaca dell’incontro. Schio inaugura la contesa con due falli in attacco, ma quando riesce a tirare è impeccabile e si porta subito a +7, 4-11. Lucca, che in fase realizzativa ha percentuali peggiori delle arancioni, compensa questa difficoltà con un’alta intensità, cosa che permette alle biancorosse di recuperare lo svantaggio e di chiudere il primo quarto a -1, 12-13.

Tutto da rifare, dunque, per le ragazze di Mendez. Ma nella seconda frazione le toscane prendono in mano le redini del gioco. Dopo il pareggio, 13-13 e un paio di sorpassi e controsorpassi, infatti, la Gesam vola a +6, 24-1, trainata da una incontenibile Harmon. Il Famila si affida alle conclusioni dalla lunga distanza di Masciadri e di Anderson per riportarsi in partita, 26-24. La capitana scledense, poi, si adopera per neutralizzare Harmon, che finora ha realizzato la metà dei punti della sua squadra. Anche se la neozelandese biancorossa non trova più spazio, ci pensano Dotto e Crippa a far avanzare il tabellone, 32-26 e, dopo venti minuti sul parquet Schio è in ritardo di cinque lunghezze, 36-31.

Alla ripresa delle ostilità, Lucca inizia a sentire il peso della panchina più corta e inferiore, dal punto di vista tecnico, rispetto a quella delle avversarie. Così, raggiunto il +9, 40-31, perde terreno e, complice l’asfissiante pressione difensiva del Famila, si fa prima raggiungere, sul 48-48, e poi superare, con due personali di Ress, 48-50. Pedersen appoggia al tabellone la palla del pareggio, 50-50, ma l’ultima parola e di Walker, che solo ora va a referto, 50-52.

In apertura di ultima frazione Wojta impatta, 52-52. Masciadri, con i piedi dietro l’arco, pesca il nuovo vantaggio, 52-55. Pedersen e Dotto firmano un parziale di 6-0 che riporta in testa le toscane, 58-55. Le campionesse d’Italia in carica non si scoraggiano e agguantano parità, 60-60. A 80” regna ancora l’equilibrio, 66-66, e la sfera è nelle mani di Lucca. Dotto sbaglia l’entrata e, dall’altra parte del campo, dopo l’errore di Sottana, arriva la diciannovesima palla persa di Schio. Crippa che fallisce la tripla del +3 e Yacoubou non è da meno, anche se, poco dopo, sarà proprio la lunga franco beninese a trovare il canestro del +2, 66-68, che decreta la vittoria del Famila.

LUCCA: Viale ne, Templari, Dotto 20, Wojta 12, Reggiani, Harmon 16, Crippa 9, Gaeta ne, Laterza, Mandroni ne, Pedersen 9, Gatti ne

SCHIO: Yacoubou 10, Gatti 8, Sottana 8, Battisodo ne, Anderson 18, Masciadri 9, Walker 2, Zandalasini, Ress 4, Macchi 7, Bestagno 2

Ecco gli altri risultati:

  • Parma – Battipaglia 78-76
  • Cagliari – Vigarano 57-61
  • San Martino di Lupari – Ragusa 54-69
  • Orvieto – Napoli 47-79
  • Venezia – Torino 69-57
  • Sesto San Giovanni – Umbertide 71-60

CLASSIFICA: Lucca 42, Ragusa e Schio 38, Venezia 36, San Martino di Lupari 26, Parma 22, Napoli 20, Umbertide 18, Torino e Battipaglia 16, Vigarano e Orvieto 14, Sesto San Giovanni 12, Cagliari 8

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità