giovedì , 29 Luglio 2021

Basket, ampio successo per il Famila Schio

Agevole vittoria, per 97-62, del Famila Wuber Schio contro il Lavezzini basket Parma, nel penultimo turno di campionato, giocato ieri sera al PalaRomare. Le arancioni, che hanno disputato la partita senza Yacoubou, lasciata a riposto in vista del prossimo impegno di Coppa Italia, si sono imposte con autorità sulle tigri gialloblù, soprattutto in virtù dell’ottimo approccio al match, che ha prodotto il +16, 23-7, dopo dieci minuti di gioco. Un vantaggio che le scledensi hanno via via incrementato, fino al pesante +35 finale. Migliore in campo, Jo Anderson, con 23 punti a referto. Doppia cifra anche per Sottana (11), Walker (14) e Macchi (15).

Ecco un breve resoconto della contesa. Schio si presenta sul parquet con Anderson, Walker, Ress, Macchi e con Gatti in cabina di regia. Coach Procaccini risponde con Zara, Spreafico e con il terzetto straniero Clark-Brezinova-Ugoka. Ma il quintetto delle ducali non riesce ad ingranare e le arancioni scappano via, 11-3. Nonostante gli inserimenti di De Pretto e di Marangoni, prima, e di Giorgi, poi, la velocità di crociera del Famila rimane doppia rispetto a quella di Parma e cosi primi dieci minuti si chiudono sul 23-7 per le vicentine.

Nel secondo quarto il Lavezzini si esprime molto meglio e segna più di Schio (23 punti contro i 22 delle padrone di casa), anche grazie alla classe cristallina della quarantenne Zara, capace di servire le compagne, Brezinova ed Ugoka tra tutte, con il tempismo giusto. Il Famila, comunque, stordisce la difesa a zona delle gialloblù con continui ribaltamenti di fronte. Peccato che le conclusioni non vadano sempre a bersaglio. A metà gara, il tabellone pende ancora dalla parte delle venete, 45-30.

Dopo i quindici minuti di intervallo, Clark trova lo spazio per un tiro dalla lunga distanza, che avvicina ancora di più le parmensi, 45-33. Sul 47-35, con un break di 9-0, Walker, Gatti e Anderson ricacciano indietro le sfidanti, 56-35, che poi sprofondano a -25, 72-47, sotto i colpi di Anderson (che infila tre canestri pesanti ed un piazzato) e di Macchi, pur mostrando, a tratti, un buon gioco.

L’ultima frazione non lascia scampo alle tigri. Schio torna a giocare con pazienza, senza affrettare le conclusioni (come invece aveva fatto, in qualche occasione, nel quarto precedente). Anche se Ugoka è in forma e, complice l’assenza di Yacoubou, sotto il tabellone, ha campo libero, a metà parziale il Famila raggiunge i trenta punti di vantaggio, 87-57. Nei minuti che restano da giocare, la difesa scledense è meno attenta e concede un po’ troppo alle avversarie, ma l’attacco è pungente e compensa le disattenzioni in fase difensiva, come dimostra il +35 finale, 97-62.

SCHIO: Gatti 4, Sottana 11, Battisodo ne, Anderson 23, Masciadri 7, Lisec 2, Walker 14 Zandalasini 4, Ress 9, Macchi 15, Bestagno 8

PARMA: Lucca ne, Zara 5, Giorgi, Spreafico 15, De Pretto 2, Trevisan, Ugoka 14, Marangoni 3, Clark 9, Minari, Brezinova 14

Ecco gli altri risultati:

  • Napoli-Cagliari 80-54
  • Venezia-Orvieto 85-56
  • Vigarano-Sesto San Giovanni 66-50
  • Umbertide-Battipaglia 94-65
  • Torino-San Martino di Lupari 62-71
  • Ragusa-Lucca 60-57

CLASSIFICA: Lucca 42, Ragusa e Schio 40, Venezia 38, San Martino di Lupari 28, Parma e Napoli 22, Umbertide 20, Torino, Battipaglia e Vigarano 16, Orvieto 14, Sesto San Giovanni 12, Cagliari 8

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità