Breaking News

Vicenza, un bando per assegnare 24 orti urbani

Ventiquattro orti urbani, cinquanta mentri quadrati ciascuno, diciotto anziani, quattro famiglie, un’associazione, un orto “di prossimità”. Sono i numeri del bando pubblicato sul sito del Comune di Vicenza (www.comune.vicenza.it) relativo all’assegnazione di orti in via Fratelli Bandiera a quattro categorie, per ciascuna delle quali verrà formata una graduatoria: anziani (18 orti), famiglie (4 orti), associazioni (un orto) e cittadini in genere (un orto “di prossimità”).

“Con la primavera la natura riprende a sbocciare: questo è il momento più significativo per assegnare i nuovi orti – ha riferito l’assessore alla partecipazione, Annamaria Cordova -. Con il nuovo bando, inoltre, l’amministrazione vuole mantenere la continuità della tradizione, ma con occhio attento alle nuove esigenze: in quest’area della città infatti sarà la prima volta che viene data l’opportunità di partecipare anche alle famiglie e alle associazioni”. Azione che si situa all’interno di un’ottica di condivisione, utile a creare un momento di conoscenza, dialogo e integrazione fra persone diverse, con l’obiettivo comune di crescere i frutti di madre terra.

Per partecipare al bando, gli interessati devono presentare domanda al centro civico di via Turra 70 (sede dell’ex circoscrizione 4) del Comune di Vicenza entro le 12 di martedì 15 marzo 2016. Per concorrere per la categoria “orti per anziani” serve essere residenti nel Comune di Vicenza, aver compiuto 65 anni o essere già in pensione, non possedere altri appezzamenti di terreno coltivabile in territorio comunale di almeno 50 metri quadrati, non essere imprenditore agricolo ed essere in grado di coltivare personalmente l’orto. È possibile presentare anche domande congiunte tra anziani o insieme a una famiglia. Per gli “orti per famiglie” valgono gli stessi requisiti, eccezione fatta per l’età.

Gli “orti per associazioni” potranno essere assegnati a fondazioni, cooperative sociali, organizzazioni di volontariato, onlus o altri enti collettivi senza scopo di lucro che operino nel Comune di Vicenza da almeno tre mesi e con quota prevalente di associati residenti in città. La concessione degli orti durerà due anni e sarà rinnovabile di un ulteriore anno. È previsto il versamento di un canone annuo di 40 euro per le spese di gestione e di manutenzione straordinaria, ad eccezione degli assegnatari degli orti di prossimità che verseranno la quota forfettaria annua proposta in fase di partecipazione al bando. Sono esentati dal pagamento del canone gli anziani e le famiglie con Isee emesso successivamente al 15 gennaio 2016 non superiore a 6.524,57 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *