Sport

Serie B, Vicenza acciuffato dal Pescara nel finale

La gioia della vittoria viene solo sfiorata dal Vicenza che a Pescara trova solo un pareggio. I biancorossi si fanno raggiungere dagli abruzzesi nei minuti di recupero e tutto sommato il risultato va bene visto che i padroni di casa hanno sbagliato un calcio di rigore poco prima di pareggiare i conti. È Signori ad aprire le marcature, al 72′. All’83’ Memushaj sbaglia il penalty e Sampirisi viene espulso, al 92′ Lapadula regala un punto alla sua squadra mettendo la firma sul tabellino dei marcatori. La partita è stata divertente, ricca di occasioni da entrambe le parti. Il Vicenza ha sprecato tanto e ha pagato qualche errore di troppo.

I biancorossi partono subito bene ma le tante occasioni avute vanno di pari passo con gli errori al momento di concretizzare. Il primo a provare è Vita, poi Ebagua, ma Fiorillo è bravo a intercettare i tiri. Il Pescara si fa vedere all’11’ con Lapadula che viene però fermato da D’Elia. Gli ospiti danno vita a un pressing asfissiante, al 28′ Galano riparte dalla destra e serve un ottimo pallone per Ebagua che calcia in porta, Fiorillo devia in angolo. Il Pescara si fa sentire con Lapadula ma Sampirisi è bravo a toccare la sfera favorendo il recupero di Laverone.

Al 32′ Mitrita prova la conclusione che termina di poco sopra la traversa. I padroni di casa insistono per trovare il vantaggio: Mitrita prima, Memushaj dopo, provano la conclusione che in entrambe le occasioni finisce fuori di un soffio. Sul finire del primo tempo il Vicenza ha due belle occasioni con Galano: al 41′ Signori crossa, l’esterno biancorosso vede il pallone all’ultimo e prova il colpo di testa che si spegne a lato. Al 48′ Galano calcia dalla distanza, bravo Zuparic a deviare in angolo.

Nella ripresa arrivano le emozioni e i gol. Il Pescara parte bene ma anche il Vicenza non sta a guardare. Al 58′ Galano, servito da Moretti, calcia in porta col sinistro, Fiorillo si allunga e spazza via. I biancorossi insistono ed è sempre il solito Galano a sfiorare il gol con un diagonale insidioso, bravissimo l’estremo difensore a dire no. Il vantaggio dei veneti non tarda ad arrivare: al 72′ sugli sviluppi di un calcio di punizione Moretti calcia di potenza, Fiorillo respinge in modo non perfetto. La palla viene raccolta da Vita che prova la conclusione ma ancora una volta il portiere respinge, ma questa volta sulla ribattuta si avventa Signori che insacca in rete.

Oddo si gioca la carta dell’ex biancorosso Cocco ed è proprio lui a creare pericolo con un colpo di testa impreciso che si spegne sul fondo. I minuti finali sono concitati: all’83’ Sampirisi atterra Lapadula in area e l’arbitro assegna il calcio di rigore. Sul dischetto va Memushaj, ma la conclusione del capitano del Pescara non è delle migliori e finisce a lato, con Benussi battuto. Quando ormai la vittoria per la squadra di Marino sembra cosa certa arriva la doccia fredda in pieno recupero. Al 92′ Cocco serve Lapadula che con una mezza rovesciata batte Benussi e fa esplodere di gioia il pubblico dell’Adriatico.

PESCARA-VICENZA 1-1

PESCARA (4-3-2-1): Fiorillo; Zampano, Zuparic, Fornasier (37′ st Acosta), Mazzotta; Memushaj, Torreira, Benali; Verde (19′ st Pasquato), Mitrita (19′ st Cocco); Lapadula. A disp.: Aresti, Bruno, Selasi, Vitturini, Cappelluzzo, Milillo. All. Oddo.

VICENZA (4-3-3): Benussi; Laverone, Sampirisi, Ligi, D’Elia; Sbrissa, Moretti, Signori (45′ st Bellomo); Galano (43′ st El Hasni), Ebagua (30′ st Raicevic),Vita. A disp.: Vigorito, Pozzi, Cisotti, Bianchi, Pinton, Modic. All. Marino.

ARBITRO: La Penna di Roma.

MARCATORI: st 27′ Signori (V), 47′ Lapadula (P)

NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Espulso Sampirisi (V) per intervento falloso. Ammoniti: Mitrita, Torreira, Acosta (P), Vita (V) per gioco scorretto e Moretti (V) per proteste. Recupero: pt 3′, st 5′.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button