VicenzaVicenzareport

Fondi regionali per l’edilizia scolastica. Quanto a Vicenza?

Si sarebbero aperte alcune porte per l’edilizia scolastica nel Veneto, sul fronte dei finanziamenti. La Regione infatti dovrebbe poter assicurare ai Comuni fondi per la sitemazione delle scuole per svariate decine di milioni di euro. Ed è su questa premessa che il Movimento 5 Stelle di Vicenza ha presentato una interrogazione, all’amministrazione comunale del capoluogo berico, per sarpere se ci si è attivati e mossi per tempo con la Regione, per accedere ai fondi e, se la risposta è sì, quali scuole di Vicenza potrebbero beneficiarne.

Liliana Zaltron
Liliana Zaltron

L’interrogazione è firmata da Liliana Zaltron, consigliere comunale cittadino, che fa riferimento ad alcune recenti dichiarazioni del vicepresidente della Regione e assessore al bilancio e agli enti locali, Gianluca Forcolin. “Ha comunicato – scrive in premessa nell’interrogazione la Zaltron -, che, dopo un lungo periodo di elaborazione e validazione, da parte dei Ministeri competenti, degli strumenti normativi e contrattuali necessari a consentire la sottoscrizione dei contratti di mutuo alle Regioni, il Veneto ha potuto sottoscrivere il contratto di mutuo per l’edilizia scolastica, con provvista Banca europea per gli investimenti (Bei), con la Cassa depositi e prestiti (Cdp)”.

Dei 905 milioni di euro, ricorda la consigliera, messi a disposizione per gli interventi di edilizia scolastica autorizzati, la Regione del Veneto potrà usufruire di poco meno di 69 milioni di euro. Considerando quindi che “gli investimenti, nel Bilancio Preventivo 2016 del Comune di Vicenza, per i 78 edifici scolastici di competenza comunale ammontano a 1,25 milioni, di cui 350 mila euro  condizionati all’ottenimento di ricavi da alienazione che probabilmente difficilmente si riusciranno ad ottenere”, la Zaltron chiede innanzitutto di sapere quanto spetta al Comune di Vicenza, se l’amministrazione si sta muovendo in modo adeguato con la Regione ed appunto quali scuole potrebbero essere interessate dagli interventi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button