Sport

Basket, il Famila Schio fa suo il derby con San Martino

Vittoria esterna del Famila Wuber Schio, per 63-73, nel derby veneto con le padovane del Fila San Martino di Lupari, in un intenso e tirato match che si è disputato ieri sera, valido per la dodicesima giornata di ritorno di Almo nature cup, massimo campionato di basket femminile. Le scledensi non hanno certo sfoderato la loro migliore prestazione, complice anche la fatica per la gara infrasettimanale di mercoledì in coppa, ma hanno superato le giallonere, puntando con astuzia su una difesa capace di arginare il gioco veloce delle avversarie. Importante per la vittoria, anche il dominio arancione a rimbalzo, grazie al quale le vicentine hanno avuto a disposizione seconde e anche terze opportunità di tiro.

Passando ad un resoconto dell’incontro, il primo canestro è di Bailey, 2-0. Schio pareggia con il piazzato di Zandalasini, 2-2, e poi passa in vantaggio con Walker, 2-4. È ancora l’americana del Fila a ripristinare la parità, 4-4. Quando Masciadri va a segno da tre, 4-7, per San Martino risponde la solita Bailey, 6-7, indiscussa protagonista delle prime fasi di gioco. Ma il Famila spinge e doppia le ragazze di coach Abignente, 7-14. Le lupe non mollano e riescono a portarsi a sole due lunghezze, 14-16. Schio, però, rimpolpa il vantaggio, 14-21. In chiusura di parziale, le padovane trovano altri punti preziosi per tenersi a contatto, 18-23.

Un break arancione di 6-0 apre i secondi dieci minuti, 18-29. Pascalau, Filippi e Davis, vanificano il buon lavoro offensivo delle ospiti, 25-29. Coach Mendez chiede alle sue ragazze di controllare di più la partita perché stanno concedendo troppo. Il messaggio viene recepito dal quintetto scledense, che si porta a +10, 27-37, ma non è sufficiente, perché le lupe, dal punto di vista mentale, sono lucide, resistono agli strappi delle scledensi e si rifanno sotto con la giovanissima Fassina e con Sbrissa, 35-39. Un centro per parte chiude la prima metà della gara, 37-41.

Al rientro sul parquet dopo i quindici minuti di intervallo, Schio piazza un altro allungo con Walker e con Yacoubou, che si crea di forza degli spazi in area per attaccare il canestro, 39-49. Sul + 12, poi, 43-55 San Martino di Lupari rientra in partita con Davis e con Pascalau, 49-55, ma ci pensa la terza sirena a interrompere la rincorsa delle padrone di casa.

Anche gli ultimi dieci minuti ricalcano il copione dei quarti precedenti, con le scledensi che provano a scavare il solco e le giallonere pronte a ricucirlo, ma senza riuscire davvero a spaventare le campionesse d’Italia. Come detto, il Famila sale in cattedra e vola a + 11, 50-61, San Martino risale a -6, 57-63, ma poi giunge il nuovo affondo avversario, 57-67. Sottana, in cabina di regia, abbassa il ritmo, al contrario, Gianolla e compagne pressano in difesa e spingono in attacco, per trovare canestri in transizione. È ancora -6, a 40” dalla sirena finale, 63-69, ma Anderson infila due personali, 63-71, poi ruba una palla e innesca il contropiede di Gatti, 63-73, che chiude la contesa.

SAN MARTINO DI LUPARI: Filippi 9, Favento 1, Tonello ne, Amabiglia ne, Fassina 5, Bailey 13, Beraldo ne, Pascalau 13, Gianolla 4, Sbrissa 3, Fabbri 4, Davis 11

SCHIO: Yacoubou 12, Gatti 8, Sottana 4, Battisodo ne, Anderson 17, Masciadri 3, Walker 16, Zandalasini 4, Ress, Macchi 9, Bestagno

Ecco gli altri risultati:

  • Ragusa – Torino 76-52
  • Cagliari – Parma 57-98
  • Orvieto – Umbertide 73-78 dts
  • Battipaglia- Napoli 77-65
  • Vigarano – Venezia 44-73
  • Sesto San Giovanni Lucca 71-64

CLASSIFICA: Lucca 36, Ragusa 34, Schio 32, Venezia 30, San Martino di Lupari 20, Parma 18, Umbertide 16, Napoli, Battipaglia e Torino 14, Orvieto 12, Vigarano 10, Cagliari e Sesto San Giovanni 8

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button