Breaking News
Veduta di Gerusalemme, città santa per le tre religioni monoteiste. In primo piano la Cupola della Roccia
Veduta di Gerusalemme, città santa per le tre religioni monoteiste. In primo piano la Cupola della Roccia

Vicenza, incontro con l’Islam all’Issr di Monte Berico

Si terrà venerdì 22 gennaio, alle 20, all’Istituto superiore di Scienze religiose “Santa Maria di Monte Bianco” il decimo e ultimo incontro del corso “Santuari e pellegrinaggi dell’Islam”, nato da una collaborazione fra la Co.Re.Is. (Comunità Religiosa Islamica) italiana e l’Istituto superiore di Scienze religiose di Vicenza, collegato alla Pontificia Facoltà Teologica “Marianum” di Roma. dieci docenti musulmani italiani hanno infatti proposto, nell’ambito della laurea magistrale in Scienze religiose “Santuari e pellegrinaggi”, un approfondimento artistico, storico, teologico e sapienziale su un tema centrale nell’islam: i pellegrinaggi e le visite ai luoghi sacri. Merita segnalare che l’Issr è fra i pochi istituti in Italia a trattare del tema in chiave interreligiosa, fra ebraismo, cristianesimo e islam.

“Si tratta di una tappa conclusiva – spiega una nota sull’evento – di un percorso geografico e simbolico che, da ottobre 2015 a gennaio 2016, ha condotto gli studenti dell’Issr a scoprire le principali città sante dell’Islam, gli itinerari dei pellegrinaggi ai luoghi di culto e le tombe dei santi fra Oriente a Occidente, i caratteri essenziali della civiltà islamica, muovendo dal cuore stesso della spiritualità vissuta da oltre 14 secoli. Il corso ha inteso rispondere a molte domande che ruotano oggi attorno all’attuale dibattito sempre più acceso e malinteso sull’Islam, facendo conoscere i pilastri di una fede vissuta giornalmente da oltre un miliardo di uomini e donne”.

“Un percorso che, metafisicamente – si legge in conclusione -, termina nell’assolutezza del principio comune a tutte le vere religioni, il Dio Unico, la cui santità del nome o dei nomi con cui viene invocato nelle diverse tradizioni, andrebbe riscoperta e conosciuta, soprattutto oggi. Un percorso che, storicamente, non può che concludersi a Gerusalemme, al-Quds (in arabo: la Santa), terza città santa dell’Islam (dopo La Mecca e Medina, in Arabia Saudita), evidenziando il naturale rapporto di fratellanza che da sempre, a partire dallo stesso testo sacro del Corano, e dalla vita del Profeta Muhammad, unisce i musulmani a ebrei e cristiani”.

Ad introdurre la serata sarà padre Gino Alberto Faccioli, direttore dell’Issr “Santa Maria di Monte Berico”, mentre relatori saranno Shaykh Abd al-Wahid Pallavicini, il cui intervento avrà titolo “La santità del Suo Nome”, e Hamid Abd al-Qadir Distefano, sul tema “Muhammad, profeta dell’Islam a Gerusalemme”. Entrambi fanno parte della Comunità religiosa islamica italiana, il primo come fondatore, oltre che uno fra i primi musulmani italiani di epoca contemporanea, maestro sufi di un ramo autonomo in Occidente della confraternita contemplativa islamica Ahmadiyya Idrissiyya.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *