Breaking News
Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone
Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone

Valdagno, musica e letture nel “Conciorto”

Che suono fa una melanzana? E un pomodoro? Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone lo faranno scoprire sabato 23 gennaio con il “Conciorto”, il secondo appuntamento della stagione valdagnese  “Finisterre”, in programma alle 21 in Sala Soster, a Palazzo Festari. L’insolito duo porterà infatti in scena uno spettacolo… di musica e verdura. Il “Conciorto” altro non è che uno spettacolo in cui canzoni e letture si incentrano sull’orto. La voce degli ortaggi, che uscirà grazie all’applicazione della tecnologia Arduino sviluppata con Ototo, è il taccuino dei sentimenti del piccolo coltivatore diretto, è la poesia dell’attesa, della cura e della crescita messa in musica.

L’orto è il pentagramma dei due suonatori: il seme è la parola, le foglioline sono note musicali, le piante sono canzoni che raccontano i vissuti di melanzane, peperoni e zucchine, e parlano degli stati d’animo dell’orticoltore, oltre a raccontare le storie di orti di personaggi famosi. Terra e tecnologia camminano assieme in questo curioso spettacolo che gioca con il terreno per divertire, avvalendosi di tecnologie moderne, come Ototo, l’interfaccia Arduino-based che permette di trasformare oggetti di uso quotidiano in strumenti. Bagini e Carlone suonano melanzane, carote, zucchine, cetrioli dolci, flauti traversi, sax e chitarre per dare vita a un concerto ortofrutticolo sostenibile.

Ad anticipare lo spettacolo sarà un laboratorio dedicato ai bambini in programma alle 15 dello stesso giorno, nella scuola di musica di Via Panzini a Valdagno. Lì, Bagini e Carlone insegneranno a trasformare un testo in racconto sonoro, tra campionamenti, linee melodiche e spericolatezze cromatiche inventate, registrate e suonate direttamente dai partecipanti. Dato il numero limitato di posti disponibili per il laboratorio è necessaria la prenotazione all’Ufficio eventi e cultura del Comune di Valdagno (telefono 0445 428223).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *