Arte, Cultura e Spettacoli

Marostica, tornano i “Concerti della domenica”

Torna, a Marostica, la rassegna i “Concerti della domenica”, tradizionale appuntamento giunto alla diciassettesima edizione e riservato ai giovani musicisti, i quali, su un programma soprattutto classico, avranno l’opportunità di esibirsi sul palcoscenico di Chiesetta San Marco. Sono otto i concerti, ad ingresso gratuito, programmati da domani fino al 20 marzo, all’interno di questa rassegna, ideata e creata da Cecilia Battaglin e Umberto Ignazzi, che vedrà in scena selezionati talenti musicali dei conservatori A. Steffani, di Castelfranco Veneto, e A. Pedrollo, di Vicenza, assieme ad altri ensemble del panorama cittadino, ma anche regionale.

Per quanto riguarda il calendario degli appuntamenti, che inizieranno tutti alle 18, come detto, si partirà domenica, con il concerto lirico della classe di canto diretta da Enrico Rinaldo, accompagnata al piano da Romilda Beraldo, del conservatorio A. Steffani, di Castelfranco. Seguirà, il 7 febbraio, un quintetto di fiati sempre del conservatorio di Castelfranco, su musiche di Rossini, Danzi, Bizet e Ibert. Ancora lirica, il 14 febbraio, con il soprano Lara Andriolo, accompagnata da Maria Borsato al pianoforte, su arie d’opera e brani dell’universo musicale classico.

Il quarto evento, il concerto della Filarmonica di Crosara, Marostica, con la partecipazione del corso ad indirizzo musicale dell’istituto comprensivo Dalle Laste, sarà in programma il 21 febbraio. Spazio, la domenica successiva, all’Ensemble Nova Alta (di viole da gamba) del conservatorio di Vicenza, con musica per cori spezzati di autori italiani del primo seicento. Il 6 marzo, toccherà al recital pianistico di Elia Cecino, il 13, invece, appuntamento con “I quartetti di W.A. Mozart” del Quartetto Agorà, del conservatorio di Castelfranco. A chiudere la rassegna, sarà, il 20 marzo, il Duo Stemperato di Lisa Calamosca, al pianoforte, e Roberta Pennisi, al violoncello, su musiche di De Falla, Dvorak, Rachmaninov, Saint-Saens e Norton, Piazzolla, Tiersen, Rot, e Morricone.

“Anche per questa edizione – ha commentato l’assessore alla cultura, Serena Vivian – l’assessorato alla cultura del comune di Marostica, in collaborazione con la biblioteca civica e con la consulta fra le associazioni culturali del territorio, vuole mantenere l’impegno di sostenere e organizzare una manifestazione degna della migliore tradizione musicale marosticense, valorizzando talenti musicali emergenti. L’auspicio è che questi giovani musicisti, desiderosi di presentarsi al pubblico, possano trovare nei Concerti della domenica un trampolino di lancio per la loro carriera professionale, come era nelle intenzioni dei fondatori, i coniugi Battaglin e Ignazzi, ai quali la rassegna è intitolata”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button