Breaking News

Basket, posticipo vincente per il Famila Schio

Ottima prova in trasferta del Famila Wuber Schio che questa sera, nel prime time di Sportitalia, ha prevalso, per 61-72, sulle arancioni della Saces Mapei Givova Napoli, nel posticipo della quarta giornata di ritorno di Almo nature cup di basket. Entrambe le formazioni hanno dovuto fare i conti con le assenze. Walker e Ress, per le scledensi, Pastore e Narviciute per le padrone di casa. Nel complesso, il match del PalaVesuvio, è stato emozionante. Dopo il vantaggio accumulato da Schio nel secondo parziale, infatti, Napoli è rientrato in partita ed ha messo paura alle avversarie. Ma il grande cuore delle napoletane non è stato sufficiente contro la panchina profonda e l’esperienza delle venete, che hanno conquistato i due punti in palio, anche senza il supporto di Anderson, ferma a 0 punti, con 0/8 dal campo.

Passando al basket giocato, il match delle 20 si apre con i canestri di Carta e di Burdick, 4-0, ma, dopo questa fiammata iniziale, l’attacco delle padrone di casa si inceppa. Il 7-0 con cui Schio balza in testa, 4-7, però, è spalmato su più di tre minuti di gioco e i ritmi blandi della contesa penalizzano lo spettacolo. Burdick muove il tabellone partenopeo 6-7, ma poi le arancioni chiudono il tempo a +5, grazie alle marcature di Sottana e di Zandalasini, 8-13.

Il secondo quarto comincia con il bel movimento di Yacoubou, che elude la difesa di Petronyte, 8-15. Bocchetti e Quinn riavvicinano le campane, 13-15 prima che Macchi, al secondo tentativo, trovi una conclusione dalla lunga distanza, 13-18. Napoli si ostina a cercare soluzioni da fuori area e questo nuoce alla Saces, che forse farebbe meglio a giocare nel pitturato con la lunga Petronyte. Il Famila, forte di questo momento no delle avversarie, vola a +11, 23-34, anche se poi è proprio il pivot lituano, sulla sirena, ad accorciare, 25-34.

Parte bene, Schio, nella terza frazione. Grazie a Masciadri e a Yacoubou, infatti, si porta a + 14, 25-39. Poi, però, le ragazze di Mendez incassano un pesante parziale di 15-0, 40-39. In attacco, le vicentine appaiono disorientate di fronte alla continua alternanza tra difesa a uomo e difesa a zona della Saces, che, in attacco alza il ritmo e punta più sul gioco dentro l’area. Una penetrazione di Sottana vale il nuovo vantaggio ospite, 40-41. Sul + 1 firmato da Quinn, 44-43, però, Yacoubou trova due centri che ribaltano il risultato, 44-47.

Un botta e risposta tra Masciadri e Burdick apre gli ultimi dieci minuti di gioco, 47-50. Poi Schio si porta a +6, 49-55, ma le partenopee non mollano e si rifanno sotto, 53-55. Trascinato dall’esperienza di Sottana e di Masciadri, il Famila si allontana, 53-62. Un’ispirata Burdick ricuce, 57-62, ma le sue compagne, in questa fase, sono poco presenti. Le scledensi, così, chiudono la gara a + 11, 61-72 e agganciano Ragusa al secondo posto in classifica.

NAPOLI: Fassina, Carta 7, Pappalardo, Bocchetti 4, Ceccarelli ne, Pastore ne, Burdick 24, Petronyte 18, Narviciute ne, Quinn 8

SCHIO: Yacoubou 20, Gatti 3, Sottana 13, Battisodo, Anderson, Masciadri 8, Lisec 2, Zandalasini 2, Ress ne, Macchi 13, Bestagno 11

Ecco gli altri risultati della quarta giornata:

  • Cagliari – Orvieto 79-70
  • San Martino di Lupari – Sesto San Giovanni 91-66
  • Battipaglia – Lucca 61-71
  • Vigarano – Ragusa 84-68
  • Parma – Torino 82-56
  • Umbertide – Venezia 58-75

CLASSIFICA: Lucca 32, Ragusa e Schio 30, Venezia 26, San Martino di Lupari 18, Parma 16, Umbertide e Napoli 14, Torino e Battipaglia 12, Vigarano e Orvieto 10, Cagliari 8, Sesto San Giovanni 6

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *