Basket, il Famila Schio è atteso a Battipaglia

Terza trasferta consecutiva per il Famila Wuber Schio. Dopo l’Umbria e l’Ungheria, la meta delle arancioni sarà la Campania, perché domenica alle 18, al PalaZauli, è in programma la sfida con le biancoarancio della Givova Convergenze Battipaglia, nella prima giornata di ritorno del massimo campionato di basket femminile. Le scledensi, terze in classifica con 22 punti, si presenteranno al palasport di via Don Minzoni da favorite, ma le padrone di casa della PB63 Lady, ottave in graduatoria, con cinque vittorie, davanti al loro caloroso pubblico proveranno a fare lo sgambetto alle campionesse d’Italia.

La gara di andata, durante l’Opening day di Napoli, era finita con un’affermazione delle venete, per 51-84, maturata soprattutto nella ripresa. Dopo i primi due quarti di gioco, infatti, il tabellone si era assestato sul 29-38 per Schio, ma nella ripresa Battipaglia aveva esaurito la benzina, tanto da riuscire a realizzare solo 22 punti, contro i 47 delle ospiti. Da quell’incontro, però, il gruppo battipagliese è cresciuto. Rashanda Grey, ad esempio, che era scesa in campo contro il Famila a poche ore dal suo arrivo in Italia, oggi è diventata il principale terminale offensivo della squadra del presidente Rossini, con una media di 17.4 punti segnati in ogni match. Appena sotto, con 15.4, Kourtney Treffers.

A disposizione di coach Riga anche le play Valentina Bonasia e Marida Orazzo, l’ala Marzia Tagliamento (nominata migliore giovane della stagione 2014-2015) la guardia Elena Ramò. Fino a metà dicembre, anche Inma Zanoguera aveva vestito la casacca biancoarancio. Poi, però, a causa di problemi personali, la guardia spagnola ha chiesto di rescindere il contratto. Al suo posto è stata tesserata Asia Boyd. Nelle tre gare disputate fino ad ora, l’americana è stata impiegata per oltre 28 minuti a partita, realizzando, in totale, 86 punti.

Il Famila, che ha trovato il successo nei primi due incontri del 2016, entrambi fuori dalle mura amiche del PalaRomare, forte del proverbio “non c’è due senza tre”, ha intenzione di tornare dalla Campania con i due punti. Per quanto riguarda la situazione dell’infermeria, Ress, che è scesa sul parquet sia contro Orvieto sia contro Sopron, non è ancora al massimo della forma. Invece il recupero di Macchi, che si è infortunata prima della sosta natalizia, non sembra così immediato. Per concludere, con la fine del girone di andata, che ha incoronato la Passalacqua Ragusa campione d’inverno, è stata anche definita la griglia delle formazioni che prenderanno parte alle Final four di Coppa Italia, spostate da febbraio ad aprile. Oltre alle siciliane, le altre tre squadre che vi accederanno sono Lucca, Schio e Venezia.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *