Breaking News
Immagine tratta dallo spettacolo "Marco Polo"
Immagine tratta dallo spettacolo "Marco Polo"

A Valdagno “La scuola va a teatro”

Riparte il 20 gennaio, la rassegna “La scuola va a teatro”, giunta alla sua ventinovesima edizione, promossa dal Comune di Valdagno, in collaborazione con La Piccionaia di Vicenza, e rivolta agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Saranno circa 2.200 i partecipanti all’edizione 2016, che proporrà, come detto, da mercoledì 20, tre spettacoli al cinema teatro Super di viale Trento.

Alle scuole primarie sarà destinato il primo appuntamento, con la pièce della Fondazione teatro giovani e ragazzi, “Marco Polo”, un percorso teatrale sul tema dell’esplorazione, della conoscenza e del meraviglioso. La rappresentazione andrà in scena alle 9 e alle 10.45 per gli istituti di Novale, Maglio e Manzoni. Il giorno successivo, si andrà in replica, ancora con doppio spettacolo, per le classi delle scuole di Ponte dei Nori, di Piana, di Borne e di Altissimo, che conferma per il secondo anno l’adesione all’iniziativa. Sempre da Altissimo, per il primo anno, a partecipare saranno anche ragazzi e ragazze dell’istituto comprensivo.

Il 26 febbraio, sarà il turno dell’istituto comprensivo Valdagno 1 di Novale. Alle 10.30, gli alunni assisteranno a “La testa nel pallone” di Luca Radaelli, un racconto sul mondo dello sport, sul successo e sui compromessi per ottenerlo, sullo star system e sulla normalità di chi fa del calcio un lavoro come un altro. Si parlerà del rapporto tra genitori ambiziosi e figli, del momento delle scelte e del coraggio per affrontarle.

Il 4 marzo, infine, gli studenti del comprensivo Valdagno 2, saranno gli  spettatori, alle 9 e alle 11, dello spettacolo “Io femmina e tu?”, della Fondazione Sipario Toscana, che si immergerà con ironia e poesia nel mondo degli stereotipi legati al genere e all’identità femminile e maschile.

“L’apprezzamento per questa, oramai storica, proposta – ha commentato l’assessore alle politiche culturali, Michele Vencato – ha fatto sì che quest’anno anche il comune di Recoaro Terme abbia scelto di sposare la rassegna, inserendosi nella programmazione e rivolgendo alle proprie scuole uno spettacolo. Fa piacere l’adesione della cooperativa Diamoci Tempo che, all’interno dell’iniziativa, porterà a teatro i propri utenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *