Breaking News

Serie B, Vicenza-Brescia tra sconfitta e rammarico

Volano le rondinelle nel cielo di Vicenza davanti a un pubblico esclusivamente biancorosso (solo tre i tifosi bresciani presenti a causa del divieto di trasferta) mentre i veneti sprofondano in un abisso anche se nel secondo tempo il pareggio sarebbe stato meritato. Alla fine fioccano le proteste dei tifosi di casa e tra i giocatori c’è molto nervosismo. Il Brescia fa la partita e alla fine della prima frazione di gioco è avanti di due reti che portano la firma di Caracciolo. Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa reagiscono dopo trenta secondi con Raicevic che accorcia le distanze.

Primo tempo da dimenticare per il Vicenza. Caracciolo fa vedere i sorci verdi alla difesa e in due occasioni colpisce e fa male. Al 19′ l’airone Caracciolo controlla, si gira in un fazzoletto e lascia partire un diagonale preciso che passa sotto le gambe di El Hasni e batte Vigorito. Dopo dieci minuti arriva il raddoppio e a mettere la firma è sempre Caracciolo: cross di Kupisz e tocco di testa vincente dell’attaccante delle rondinelle. Sono gli ospiti a fare la partita e i biancorossi sebrano impacciati. Basti pensare che in quarantacinque minuti il Vicenza ha fatto solo un tiro in porta con Giacomelli.

In apertura del secondo tempo, dopo trenta secondi, il Vicenza segna: tiro-cross di Giacomelli, Raicevic trova la deviazione vincente. I padroni di casa cambiano volto al rientro dagli spogliatoi: gli attacchi non mancano e il pareggio sarebbe stato più che meritato. La squadra di Marino si presenta in campo più aggressivo e coraggioso e infatti la partita è molto vivace. Molte le occasioni dei veneti tra pali, traverse e palloni fuori di un soffio, ma vuoi la sfortuna, vuoi la bravura degli avversari alla fine la rete non si gonfia. Al 73′ il colpo di testa di Gagliardini si stampa sulla traversa, mentre al 93′ Gatto col destro sfiora il gol. Al triplice fischio dell’arbitro al Menti si assiste ad una brutta scena: il pubblico di casa protesta e lancia monetine in campo, mentre tra i giocatori c’è molto nervosismo e per poco non si è sfiorata la rissa.

VICENZA-BRESCIA 1-2

VICENZA (4-3-3): Vigorito; Sampirisi, El Hasni, Mantovani, D’Elia; Gagliardini (29′ st Gatto), Modic (18′ st Urso), Cinelli; Galano, Raicevic, Giacomelli. A disp.: Belogravic, Marcone, Bianchi, Laverone, Pazienza, Sbrissa, Cecconello, Pettinari. All. Marino.

BRESCIA (4-2-3-1): Minelli; Camilleri, Caracciolo, Lancini, Coly; Martinelli (12′ st H’Maidat), Mazzitelli; Kupsiz, Embalo, Morosini (20′ st Geijo); Caracciolo (35′ st Dall’Oglio). A disp.: Arcari, Venuti, Castellini, Abate, Marsura, Camilli. All. Boscaglia.

ARBITRO: Serra di Torino.

MARCATORI: pt 20′ e 29′ Caracciolo (B), st 1′ Raicevic (V)

NOTE: pomeriggio freddo ma soleggiato, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Giacomelli (V) per simulazione; El Hasni, Modic (V), Morosini, Martinelli (B) per gioco scorretto. Recupero: pt 0′, st 4′.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *