Breaking News

Sanità, vuoti di organico da colmare con i concorsi

“Con il recepimento delle norme europee sui riposi e l’orario di lavoro del personale medico e degli infermieri la situazione in Veneto è diventata esplosiva: Zaia deve immediatamente avviare i concorsi per assumere i medici necessari a coprire i vuoti di organico”. E’ quanto sostiene Antonino Pipitone, responsabile regionale veneto dell’Italia dei Valori.

“Ora – ha osservato – la durata media dell’orario di lavoro non potrà superare, per sette giorni, le 48 ore, comprese le ore di lavoro straordinario; inoltre, è previsto il diritto a undici ore di riposo consecutivo ogni 24 ore. La Regione Veneto ha ordinato alle dirigenze delle Ulss una riorganizzazione del personale sanitario per rispettare le norme europee, ma di fatto è impossibile coprire i turni diurni e notturni nei reparti, oltre che negli ambulatori specialistici, senza l’arrivo di nuovi professionisti sanitari”.

Secondo Pipitone, “da anni gli organici di ospedali ed ambulatori veneti sono in carenza di personale. Dai nostri dati, mancano almeno 500 medici nei reparti per garantire il corretto funzionamento delle prestazioni sanitarie. Se a stretto giro non saranno inseriti nuovi specialisti sarà logica conseguenza il taglio di assistenza ospedaliera e ambulatoriale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *