Breaking News

Giornata nera oggi per gli incidenti stradali

Giornata nera nel vicentino quest’oggi per gli incidenti stradali. Uno di essi, purtroppo, è costato la vita ad un giovani di 22 anni, come diciamo in altra pagina del giornale. Ma ve ne sono stati anche altri, per fortuna senza decessi ma solo feriti, sebbene uno sia in gravi condizioni. Sempre la notte scorsa, c’è infatti da registrare quello capitato ad un uomo di 30 anni, di Altavilla, alla guida di una auto Bmw 320, che dopo aver perso il controllo della vettura è andato a impattare contro un platano rovesciandosi lateralmente su un fianco.

In questo come negli altri casi sono intervenuti anche i vigili del fuoco, che hanno estratto l’uomo rimasto all’interno dell’abitacolo, poi preso in cura dal personale del Suem 118. Le sue condizioni sono purtroppo gravi ed è ricoverato in rianimazione all’ospedale san Bortolo di Vicenza. I pompieri hanno messo in sicurezza la vettura e il luogo dell’incidente. Sul posto i carabinieri per i rilievi della dinamica dell’incidente.

In mattinata, ancora lavoro per i vigili del fuoco di Vicenza, intervenuti lungo la strada provinciale 46 Pasubio, all’altezza di Motta di Costabissara, per l’incendio di un’autovettura. A prendere fuoco una Renault Escape di una signora vicentina, che ha visto del fumo sprigionarsi dal vano motore. Dopo essersi messa al sicuro, scendendo dall’automobile, la donna ha allertato i soccorsi. I pompieri hanno in breve tempo spento l’auto e messo in sicurezza il luogo. Notevoli i danni subiti dal veicolo.

Nel tardo pomeriggio infine, alle 17.40, i vigili del fuoco chiamati di nuovo per un incidente, stavolta in via Palladio, a Brendola. Un automobilista 35 enne, del posto, alla guida di un Alfa Romeo 156, ha perso il controllo della vettura, andando a finire fuori dalla carreggiata e rimanendo incastrato tra un palo dell’illuminazione pubblica e un albero. I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’auto, mentre il personale sanitario del 118 assisteva e portava in ospedale il ferito, davvero fortunato perché se l’auto avesse preso in pieno il palo o l’albero le conseguenze sarebbero state ben peggiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *