Breaking News
Lo scrittore Premio Nobel Elias Canetti - Foto by Dutch National Archives (CC BY-SA 3.0)
Lo scrittore Premio Nobel Elias Canetti - Foto by Dutch National Archives (CC BY-SA 3.0)

Bassano, è Canetti l’ultima “Voce del 900 letterario”

Si chiude venerdì 18 dicembre, a Bassano del Grappa, la rassegna “Voci del ‘900 letterario europeo. Da Marcel Proust a Boris Pahor”, promossa dalla biblioteca civica e dedicata ad alcune figure e paesi rappresentativi della letteratura del ventesimo secolo. Un percorso che ha visto una grande partecipazione di pubblico, segno dell’interesse per la scrittura e per i grandi classici del ‘900. Al centro dell’incontro di venerdì ci sarà lo scrittore bulgaro Elias Canetti, premio Nobel per la letteratura nel 1981.

Sarà Chiara Conterno, ricercatrice dell’Università di Verona, a tracciarne un profilo nella conferenza il cui titolo è “Elias Canetti: La lingua salvata”. L’incontro prende dunque spunto dall’omonimo volume autobiografico, uscito nel 1977, uno di quei libri destinati a restare, che coinvolgono profondamente ogni specie di lettori.

“Con la sua prosa limpida, tesa, vibrante in tutti i particolari – si sottolinea in una presentazione della conferenza -, Canetti è qui risalito ai suoi ricordi più remoti, cercando di ritrovare nella propria vita quella difficile verità che solo il racconto può dare”. La relazione sarà alternata alla lettura, da parte di Anna Branciforti, di alcuni passi del libro. L’ingresso è libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *