Breaking News

Basket, terzo stop europeo per il Beretta Famila Schio

Per il Beretta Famila Schio, il 2015, in Eurolega, non si è concluso nel migliore dei modi. Ancora senza Ress, ma con Yacoubou in ripresa, le arancioni si sono infatti arrese, ieri sera, al Galatasaray Sports Club, con il punteggio di 64-70. È una sconfitta che lascia l’amaro in bocca, perché dopo aver giocato male per oltre venti minuti, ed essere scivolate a -17, le scledensi si sono avvicinate sempre più alle avversarie. Purtroppo, però, la rimonta si è arrestata a pochi minuti dal fischio finale, sotto i colpi di Dubljevic, Loyd e Caglar. In virtù del risultato maturato al PalaRomare, in questa prima giornata di ritorno del girone A di Eurolega, le italiane confermano il secondo posto in classifica, assieme alla Dynamo Kursk, ma vengono raggiunte dalle turche.

Ma veniamo ad una cronaca del match, iniziato alle 20.30. Dopo lo scambio di cortesie tra Lisec e Kizer, 2-2, il Galatasaray alza il ritmo. Schio prova a tenere il passo delle giallorosse, ma non ce la fa. A metà parziale, quando il tabellone recita 6-14, coach Mendez chiama un minuto di sospensione per mettere ordine nel gioco, a tratti confuso, delle sue ragazze. Non sembra che la sosta in panchina motivi le arancioni che, arrivate a -6, 10-16, sul finire del quarto, tornano a -8, 12-20.

Le turche sono veloci e attente. Il Beretta, invece è impreciso e troppo fermo, tanto che, sul 14-22, con due azioni fotocopia di seguito, le ospiti scippano la palla alle padrone di casa e concludono il contropiede con un canestro facile, 14-26. Mendez prova a rimescolare le carte ricorrendo alle sostituzioni. Fuori Macchi e Walker, dentro Zandalasini e Lisec, ma la squadra ancora non gira bene. Maggiori frutti porta il passaggio dalla difesa a uomo a quella a zona. Dal -16, 19-35, infatti, le scledensi arrivano a -9, 26-35, ma Caglar e Dubljevic allungano di nuovo, 26-39, prima che, sulla sirena, Sottana insacchi da più di otto metri, 29-39.

Nella terza frazione, il Famila sprofonda a -17, massimo svantaggio, 36-53. Le giallorosse pensano di aver già messo la partita in cassaforte, ma non hanno fatto i conti con il risveglio di Sottana, protagonista, assieme a Yacoubou e a Walker, della rinascita arancione. Il parziale di 15-2 con cui le vicentine annullano le avversarie, fa avanzare il tabellone fino al 51-55 dopo tre quarti di gioco.

Gli ultimi dieci minuti di gara sono infuocati. Il Beretta aumenta l’intensità in attacco e difende con grinta e aggressività. Le turche sono in affanno e perdono sempre più terreno. Il giro e tiro di Yacoubou vale il 58-58. La stessa situazione di parità si ripeterà, poi, sul 60-60, sul 62-62 e, ancora, sul 64-64 e sarà sempre la pivot franco beninese a ripristinare l’equilibrio. Sul 64-66, però, Macchi fallisce il nuovo aggancio, mentre Loyd trova il canestro del +4, 64-68. Un’altra conclusione sbagliata, di Sottana, e, dall’altra parte del campo, Caglar firma il +6, 64-70, che mette fine all’incontro.

SCHIO: Yacoubou 17, Gatti, Sottana 17, Battisodo ne, Anderson, Masciadri, Lisec 8, Walker 9, Zandalasini, Ress ne, Macchi 13, Bestagno ne

GALATASARAY: Martinez 3, Yildizhan ne, Günay ne, Köksal ne, Alben 5, Yilmaz 10, Kizer 16, Kulichova 2, Güclü ne, Dubljevic 14, Loyd 13, Caglar 7

Ecco gli altri risultati del girone A:

  • Uniqa Sopron – Esbva-Lm 50-69
  • Fenerbahce – Dynamo Kursk 66-56
  • Perfumerias Avenida – Good Angels Kosice 76-68

Classifica: Fenerbahce 15, Kursk, Schio e Galatasaray 13, Esbva-Lm 12, Kosice 11, Avenida 10 e Sopron 9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *