Breaking News

Attesa e polemiche per l’assemblea di Veneto Banca

“A 12 ore dall’assemblea dei soci di Veneto Banca, si sentiva proprio la mancanza di una parlamentare che con il consueto stile roman-politichese si offre di comprare azioni dell’istituto. La deputata in questione dimentica però un dettaglio, piccolo piccolo, e non ci spiega un secondo particolare: che quelle azioni non sono negoziabili, e perchè non le abbia comprate prima. Sicuramente in assemblea troverebbe tanti azionisti pronti a vendergliele, è solo una questione di prezzo”.

Simonetta Rubinato
Simonetta Rubinato

Così i capigruppo in consiglio regionale di Lega Nord e Zaia Presidente, Nicola Finco e Silvia Rizzotto, dopo che la deputata del Partito Democratico Simonetta Rubinato si è detta pronta ad acquistare azioni di Veneto Banca come segnale di fiducia per gli investitori. “Essendo la Rubinato una parlamentare – hanno aggiunto Rizzotto e Finco – dobbiamo ribadirglielo: la tutela del risparmiatore, la vigilanza bancaria e sulla Borsa, è competenza esclusiva del Governo, e poco conta cianciare di federalismo o autonomia come fa lei per attaccare Zaia. Sicchè ora deve essere lo Stato, che Rubinato rappresenta peraltro dalla parte della maggioranza, a dover intervenire a salvare i capitali, e questo è ruolo dell’Istituzione nazionale qui o all’estero”.

“Pertanto Rubinato – hanno poi concluso i consiglieri regionali leghisti –  rimetta nel cassetto il consueto stile romano-politichese, studi la normativa per evitare svarioni imbarazzanti, e cerchi di essere matura nei confronti di una crisi che non richiede polemiche sterili bensì atti concreti per tanta gente disperata dei nostri territori. In un momento in cui si cerca tutti di stare assieme per tutelare migliaia di risparmiatori e imprenditori veneti, la Rubinato canta fuori da un coro virtuoso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *