Breaking News

Asso-consum denuncia gli ex vertici di Veneto Banca

“L’Asso-consum, associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini, componente Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (Cncu), a fronte della crisi che aleggia su Veneto Banca, denuncia alla procura della Repubblica di Treviso il consiglio d’amministrazione e l’ex direttore generale Consoli, dimessosi lo scorso Luglio. Inoltre l’associazione dichiara che si costituirà parte civili nei processi che lo vedranno coinvolto”.

E’ stringato ed essenziale, ma molto chiaro, il breve comunicato con cui l’associazione di consumatori annuncia la sua intenzione di andare fino in fondo e chiedere conto a chi era al vetrice di Veneto Banca ed ha accumulato “negli ultimi tre anni – ricorda Asso-consum – quasi due miliardi di euro di perdite. A Veneto Banca, ora, la tenuta patrimoniale traballa, e i crediti deteriorati sfiorano i cinque miliardi di euro”.

“A pagarne le conseguenze – ha sottolineato Aldo Perrotta,  presidente dell’associazione di consumatori – sono ancora i risparmiatori. Ma questa volta la posta in ballo é molto alta”. Ricordaimo che l’inziativa di Asso-consum arriva proprio all’indomani di una assemblea dei soci, svoltasi in un clima molto teso, nella quale è stato dato il via libera alla trasformazione della banca in Spa, all’aumento di capitale per un miliardo di euro e alla quotazione a Piazza Affari.

Il pedaggio da pagare sembra scontato: la ricerca di un acquirente per la banca trevigiana, destinata quindi a passare di mano e a rinunciare al suo ruolo di banca legata al territorio. Migliaia di piccoli azionisti intanto vedranno con ogni probabilità le loro azioni, acquistate ad alto prezzo in passato, svalutarsi drammaticamente. L’istituto di credito di Montebelluna comunque guarda avanti e cerca una strada, per niente facile, che la porti fuori dal tunnel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *