Breaking News
Un robot artificiere della Polizia di Stato - Foto: www.poliziadistato.it (C.C.)
Un robot artificiere della Polizia di Stato - Foto: www.poliziadistato.it (Lic. C.C. 2.5)

Allarme pacco sospetto a Lugo. Poi è rientrato

Segni dei tempi. Ogni tanto vi sono episodi che danno la misura della fase storica in cui si vive, e lo fanno spesso anche in modo curioso. Un segno del periodo in cui viviamo, che è certamente pervaso da molte paure, lo si è avuto questa mattina a Lugo di Vicenza. Comprensibile, per carità, con l’allarme Isis e terrismo che abbiamo sopra la testa, anche se poi si porrebbe aprire una parentesi e parlarne a lungo.

Il timore di un attentato insomma è ormai sempre presente in molti di noi, e così è successo che a Lugo, questa mattina, c’è stato allarme per un pacco sospetto, che è stato poi fatto deflagrare, ma era inerte, innocuo insomma, e conteneva quattro paia di pantaloni da uomo di colore rosso. Ma andiamo con ordine. Tutto è copminciato verso le 8.30, quando un dipendente comunale, C.A. sono le sue iniziali, ha allertato i Carabinieri di Thiene segnalando che c’era questo strano pacco sotto l’albero di natale allestito in piazza 25 Aprile, a Lugo, di fronte al Municipio.

Immediato l’intervento dei Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Thiene e della stazione di Chiuppano, che hanno verificato la presenza di questo involucro di dimensioni simili ad una scatola di scarpe, avvolto in una carta di colore argento e sigillato con del nastro isolante. A scopo precauzionale i militari intervenuti hanno messo in sicurezza l’intera area e rishiesto l’intervento dei Carabinieri artificieri di Padova. Verso le 13  il pacco è stato fatto deflagrare. Come dicevamo c’erano dei pantaloni da uomo. I carabinieri hanno infine accertato che il pacco si trovava lì già dal 24 dicembre, ma nessuno aveva segnalato nulla nei giorni scorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *